Ultime notizie:

Stanziamenti statali

    Al Piccolo le «Chiavi d'Europa»

    Oggi, grazie all'autonomia, il Piccolo vede aumentare gli stanziamenti statali, con 4,3 milioni di euro nel 2016 contro i 3,2 dell'anno scorso, invertendo la parabola discendente dei fondi avviata (con l'eccezione del 2011) dopo il 2006, quando il governo stanziò 5,2 milioni.

    – di Giovanna Mancini

    Investimenti pubblici, motore da rilanciare

    Fu così lo scorso anno con la legge di stabilità 2016, la prima di segno fortemente espansivo per il settore dopo dieci e più anni di tagli:?si ottenne a Bruxelles la clausola di flessibilità per 5,1 miliardi di investimenti (poi ridotti a 4,2), si invertì la tendenza alla riduzione degli stanziamenti statali, si riavviò una programmazione pluriennale (con risorse certe) per Fs e Anas, si allentò il patto di stabilità interno per i comuni.

    – di Giorgio Santilli

    La «filiera senza confini» per la nuova Industria 4.0

    Secondo Roland Berger, fra gli incentivi dei Länder e gli stanziamenti statali, le linee di credito bancario e il Piano Juncker, l'autofinanziamento delle imprese e i bond societari, la somma complessiva - da qui al 2030 - sarà compresa fra i 18 e i 20 miliardi di euro.

    – Paolo Bricco

    Il Piccolo Teatro ottiene l'autonomia

    Nella pratica, l'autonomia si traduce nell'eliminazione di alcuni vincoli burocratici e in un aumento degli stanziamenti statali, proprio per assicurare alla Fondazione lo svolgimento delle sue funzioni, considerata la «particolare qualifica riconosciuta al teatro» e «le conseguenti funzioni svolte», come si legge nel decreto.

    – Giovanna Mancini

    Ferrovie, ripartono gli investimenti

    Anche gli stanziamenti statali per infrastrutture si sono quasi dimezzati, dai circa 23 miliardi di euro all'anno nel periodo 1997-2005 ai 12,2 miliardi del 2015.

    – Alessandro Arona

    Emergenza conti nelle Tv locali

    E' allarme per l'occupazione: metà dei 5mila addetti interessata dalla Cassa - I NODI DA AFFRONTARE - Le imprese pagano anche la crisi della pubblicità e sono alle prese con il problema legato alle frequenze da liberare

    – Andrea Biondi

1-10 di 16 risultati