Ultime notizie:

Sistema nazionale di valutazione

    Dad e tecnologia: perché abbiamo bisogno di più dati sulla scuola

    Da due estati, in controtendenza con le abitudini vacanziere a cui il paese è solito cedere, si parla molto della scuola. Se ne parla dal punto di vista logistico-organizzativo per l'anno che verrà. Se ne parla toccando il tema delle vaccinazioni di studenti e docenti, dei trasporti e della generica esigenza di pianificare un rientro in presenza sicuro. Se ne parla con uno sguardo rivolto ai mesi passati, ponendosi le grandi domande che caratterizzeranno le politiche educative dei prossimi anni:...

    – Tortuga

    Una buona scuola si riconosce anche dal valore del dirigente

    Anche se scegliere la scuola a cui iscrivere i propri figli non è semplice, è abbastanza immediato rendersi conto dell'incisività con cui il preside (oggi dirigente scolastico) esercita la sua funzione. Che una scuola sia o meno orientata al servizio lo si può cogliere in vari modi: attraverso la

    – di Antonello Giannelli

    Scuole italiane all'estero ancora senza valutazione

    In questi giorni le 8mila scuole italiane sono alle prese con la pubblicazione dei loro «rapporti di autovalutazione»: la "pagella" che ogni istituto si dà con punti di forza e obiettivi di miglioramento e che le famiglie possono consultare attraverso il portale «Scuola in chiaro» del Miur in vista

    – di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

    Confermata la valutazione dei dirigenti, ma non c'è obbligo nè sanzioni

    La valutazione dei dirigenti scolastici, su cui, fin dall'avvio, sono sorte numerose polemiche, continuerà anche per quest'anno scolastico. Il procedimento sarà il medesimo di quello del 2017/18. Ma il Miur dichiara a chiare note che non sarà un adempimento obbligatorio per i presidi e l'esito non

    – di Laura Virli

    Dai dirigenti agli insegnanti: la scuola è allergica alla valutazione

    La scuola italiana si conferma allergica alla valutazione. A qualsiasi livello. Sia che si guardi agli studenti, e alla loro risaputa avversione per le prove Invalsi (peraltro condivisa con una fetta del corpo docente), sia che ci si soffermi sui dirigenti scolastici, e sulla separazione che

    – di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

    La scuola del rinvio: anche per i presidi la valutazione può attendere

    La scuola italiana si conferma allergica alla valutazione. A qualsiasi livello. Sia che si guardi agli studenti, e alla loro risaputa avversione per le prove Invalsi (peraltro condivisa con una fetta del corpo docente), sia che ci si soffermi sui dirigenti scolastici, e sulla separazione che

    – di Eugenio Bruno e Claudio Tucci

    Dal 20 febbraio tutti i dirigenti scolastici possono consultare la loro «pagella»

    Dal 20 febbraio tutti i dirigenti scolastici possono consultare la loro "pagella". Lo potranno fare tramite il portale del sistema nazionale di valutazione, dove si potrà anche scarica il provvedimento di valutazione adottato dal direttore dell'Usr a conclusione del procedimento relativo all'anno

    – di Cl. T.

    Scuola: quanti sono gli ispettori in Italia? Meno degli altri Paesi

    Doveva rappresentare la prima grande "operazione trasparenza" ad ampio raggio della scuola italiana, a vantaggio di famiglie e studenti. Ma utile anche a insegnanti e presidi, per migliorare, laddove se ne fosse rilevato il bisogno, la qualità dell'offerta formativa. Eppure, dal 2011, anno di nascita del «Sistema nazionale di valutazione», divenuto operativo con il Dpr 80 del 2013, siamo ancora ai passi iniziali. Se fosse una gara di «Formula 1» potremmo dire di essere ancora al giro di prova,...

    – Infodata

1-10 di 62 risultati