Ultime notizie:

Sigourney Weaver

    Primo bilancio della Berlinale: il più bello è il Ligabue di Diritti

    Infine, il film di apertura My Salinger year di Philippe Falardeau, con l'inossidabile Sigourney Weaver, narra di una giovane, bellissima aspirante poetessa (Margaret Qualley), assunta nella più prestigiosa agenzia letteraria di New York, che si dimentica di coltivare le sue ambizioni.

    – di Cristina Battocletti

    Berlino 70: Un minuto di silenzio all'inaugurazione per le vittime di Hanau

    Si inizia con «My Salinger Year» con Sigourney Weaver sul mondo dell'editoria. ... Joanna cerca lavoro e lo cerca più vicino possibile alla scrittura: per questo la cacciatrice di teste, cui si rivolge, la indirizza nella più grande agenzia letteraria americana, retta da Margaret (Sigourney Weaver). ... Eccellente la statuaria, distaccata, gelida Sigourney Weaver.

    – Cristina Battocletti

    Berlino 70: Un minuto di silenzio all'inaugurazione per le vittime di Hanau

    Si inizia con «My Salinger Year» con Sigourney Weaver sul mondo dell'editoria. ... Joanna cerca lavoro e lo cerca più vicino possibile alla scrittura: per questo la cacciatrice di teste, cui si rivolge, la indirizza nella più grande agenzia letteraria americana, retta da Margaret (Sigourney Weaver). ... Eccellente la statuaria, distaccata, gelida Sigourney Weaver.

    – di Cristina Battocletti

    Tre film italiani in concorso alla Berlinale

    Alla 70esima edizione della Berlinale ci saranno «Volevo nascondermi» di Diritti, «Favolacce» dei fratelli D'Innocenzo e «Siberia» di Abel Ferrara

    – di Cristina Battocletti

    Sigourney Weaver: «Nessun regista mi ha vista come femme fatale»

    Mai un ruolo romantico, da femme fatale. «Quando ho iniziato la mia carriera sognavo Shakespeare, ma mi sono trovata protagonista di una carriera completamente diversa. Mai una fidanzata o un amante». Parola di Sigourney Weaver, protagonista ieri di un incontro ravvicinato alla Festa del cinema di

    – di Nicoletta Cottone

    Via alla Festa del cinema di Roma il 18 ottobre: budget di 3,5 milioni

    Ha un budget di circa 3,5 milioni di euro la Festa del cinema di Roma, giunta alla tredicesima edizione, che si svolgerà dal 18 al 28 ottobre all'Auditorium Parco della musica di Roma. «Cosa invidio al Festival di Venezia? La storia e il budget», ha detto Antonio Monda, direttore artistico per il

    – di Nicoletta Cottone

    Congo, cinque ranger uccisi nel parco dei "gorilla nella nebbia": avevano tra i 22 e i 30 anni

    Le autorità della Repubblica Democratica del Congo hanno reso noto che 5 ranger e una guida sono stati uccisi lunedì in un attacco nel Parco nazionale di Virunga. Il parco, che ospita i gorilla di montagna, specie a rischio estinzione, ha confermato la notizia, precisando che un sesto ranger è stato ferito (Cites sul proprio sito parla di 6 ranger morti). Non c'è stata una rivendicazione dell'attentato ma è la strage più drammatica dall'inizio della storia del parco: tutte le vittime erano giova...

    – Guido Minciotti

    Il cinema del futuro passa da Bologna

    Bologna torna a essere la capitale del cinema del futuro: dal 2 al 7 maggio è in programma la diciannovesima edizione del Future Film Festival, kermesse dedicata al cinema che verrà.Ad aprire il concorso della manifestazione di quest'anno sarà l'anteprima italiana dell'attesissimo «7 Minuti dopo la

    – di Osvaldo Cederle

    Ghostbusters

    Come si fa un remake perché sia soddisfacente? Probabilmente ognuno ha una risposta diversa a questa domanda (e ho sentito più di una persona sostenere che un remake non è mai soddisfacente). Da parte mia, penso che un remake riuscito sia quello sufficientemente fedele al vecchio film da conservarne in qualche modo lo spirito e l'identità, e sufficientemente infedele perché vedendolo si abbia l'impressione che ci sia qualcosa di valido in più. Purtroppo il remake di Ghostbusters si ferma a met...

    – Marco Passarello

    Le forme della paura videoludica

    Alien Isolation è come Alien ma quindici anni dopo il primo incontro con l'Alieno. Siamo Amanda Ripley la figlia di Sigourney Weaver, la protagonista dei film al cinema. Per indagare sulla fine della mamma decidiamo di sbarcare sulla stazione spaziale  Sevastopol dove è custodito il diario di bordo dell'astronave Nostromo dove lo xenomorfo ha fatto strage di umani. Tutto avviene là dentro. Negli anni 70' perché The Creative Assembly, gli sviluppatori del gioco, hanno congelato tempo e suoni. ...

    – Luca Tremolada

1-10 di 64 risultati