Ultime notizie:

Siad Barre

    Perché i migranti scappano da casa loro

    La povertà in Nigeria, il terrorismo in Mali, le guerre che lacerano il paese nel Sudan. E ancora, i migranti «invisibili» dalla Tunisia e la repressione in Afghanistan. Dietro alla fuga di milioni di cittadini ci sono motivi che ignoriamo. O non riusciamo ancora a capire

    – di Valentina Furlanetto

    Raid aerei in Libia, da Washington un segnale anche politico

    I raid americani in Libia contro l'Isis, i primi dei caccia Usa dal 2011, hanno un valore politico oltre che militare. Sono un deciso appoggio al governo di unità nazionale di Fayez al Serraj , compattano almeno una parte delle fazioni libiche.

    – di Alberto Negri

    Il segnale politico dagli Usa

    I raid americani in Libia contro l'Isis, i primi dei caccia Usa dal 2011, hanno un valore politico oltre che militare. Sono un deciso appoggio al governo di unità nazionale di Fayez al Serraj , compattano almeno una parte delle fazioni libiche. Continua pagina 15

    – Alberto Negri

    Operazione trasparenza della Camera, l'archivio sul caso Ilaria Alpi è online

    Sono passati 22 anni dall'uccisione di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin. L'inviata del Tg3 e il suo operatore furono uccisi da un commando somalo, a Mogadiscio, il 20 marzo del 1994. Erano nel corno d'Africa per seguire la guerra tra fazioni che stava insanguinando il Paese africano e la missione Onu "Restor Hope" lanciata dagli Usa con l'appoggio di numerose nazioni alleate compresa l'Italia, per porre fine alla guerra interna e ristabilire la legalita? nello scenario somalo In questi 22 anni...

    – Andrea Biondi

    La messa in sicurezza del Nord Africa passa per Algeri

    L'Europa e l'Africa se vogliono risolvere questa crisi umanitaria e politica legata ai migranti devono parlarsi. La Libia è un Paese di transito non di arrivo, i problemi arrivano da molto lontano sia geograficamente che nel tempo.

    – Alberto Negri

    Bomba su bus dell'Unicef in Somalia. Almeno 10 le vittime degli islamisti

    Gli al Shabaab hanno attaccato oggi nel nord della Somalia operatori umanitari dell'Unicef, persone che lavorano soprattutto per i più deboli e vulnerabili, persone che salvano i bambini. «Un attacco brutale che non colpisce solo l'Unicef ma anche il futuro del Paese, i nostri bimbi, i nostri

    Ora il cristianesimo rischia di scomparire nei luoghi dove è nato

    Un terrorismo anti-cristiano e soprattutto anti-umano, questo suggerisce la strage degli Shabab somali al college di Garissa in Kenya. Un massacro che ricorda quello, già dimenticato, attuato nel dicembre scorso dai talebani pakistani di 144 studenti alla scuola militare di Peshawar, territorio al

    – Alberto Negri

1-10 di 41 risultati