Ultime notizie:

Servizio anticorruzione e trasparenza

    La leggenda dei 60 miliardi, stima falsa che tutti citano

    Nel febbraio 2014 la relazione Ue sulla lotta alla corruzione redatta dalla Commissione Europea riportava: «La Corte dei Conti italiana fa notare che i costi diretti totali della corruzione ammontano a 60 miliardi di euro l'anno (pari a circa il 4% del Pil)».

    – di Caterina Guidoni

    Luca Iazzolino ed Enrico Berto (Confindustria Este e Padova): «La crisi aumenta la vulnerabilità alle mafie. Serve vigilanza sociale».

    "Criminalità organizzata e impresa: rischi e contrasto". Se questo convegno fosse stato organizzato a Reggio Calabria, Catania, Caserta, Bari o Roma non avrebbe fatto notizia. In vero è stato organizzato venerdì scorso ad Este (in provincia di Padova) e, sempre in vero, non ha fatto troppo notizia neppure nel Veneto, dove la popolazione continua a dormire sogni tranquilli nonostante le mafie stiano mangiando, fetta dopo fetta, la ricca torta dell'economia locale. Per carità, ogni tanto si svegli...

    – Roberto Galullo

    Quando la corruzione frena il Pil

    Dalla disonestà derivano bassa crescita dell'economia e pochi investimenti dall'estero - LA DISTORSIONE - Secondo le stime della Corte dei Conti, l'errata allocazione delle risorse nei lavori pubblici, nella sanità e nella Pa causa un danno pari a 60 miliardi

    – di Carlo Carboni

    Ladroni, furbi e anarchia fiscale: cari Zaia e Bortolussi il Veneto ha rotto il legame di fedeltà alle tasse

    C'è qualcosa che mi sfugge nel rapporto tra i veneti e le tasse. Direte voi: colpa tua, della tua scarsa intelligenza e della tua fantasmagorica ignoranza. Lo ammetto. Tutto vero. Così come ammetto che metto nel conto i fucili a salve che i lettori veneti, del Nord-Est e più in generale del Nord sono pronti a caricare. Mi sembra già di sentirli: guardalo lì quel terrone di un giornalista terrone, ma perché non pensa al rapporto tra meridionali (anzi terun) e le tasse. Basta! Veneto ai veneti, ...

    – Roberto Galullo

    Abruzzo/ Le fessure nel muro che le mafie possono far diventare un nuovo terremoto: bandi di gara, corruzione e massimo ribasso

    Intervistata due mattine fa nella mia trasmissione "Un abuso al giorno" in onda su Radio24 (dal lunedì al venerdì alle 6.45 e in replica alle 20.45) , il sostituto procuratore nazionale antimafia Olga Capasso ha detto chiaro e tondo che crede maledettamente al rischio di infilitrazioni delle mafie in Abruzzo. Capasso - magistrato di lungo corso che da due anni circa si occupa in Dna di ciò che accade in Abruzzo e Molise - ha detto che le fessure che rischiano di tramutarsi prima in crepe e poi i...

    – Roberto Galullo

    Corruzione: Sicilia prima in Italia per numero di reati denunciati. Sono 2.486 nel periodo 2004-2008

    La Sicilia è la prima regione in Italia per numero di reati collegati alla corruzione. Il dato emerge dal primo rapporto al Parlamento del Servizio anticorruzione e trasparenza (SaeT) del ministero della Funzione pubblica. Il periodo preso in esame dal SaeT del ministero va dal 2004 al 2008: in totale cinque anni in cui sono stati presi in  esame i reati sulla base delle informazioni contenute nel sistema Sdi, sistema di indagine del ministero dell'Interno entrato a regime nel 2004, ed è aliment...

    – Nino Amadore

    Corruzione, primo prevenire

    A Merida, in Messico, il 9 dicembre 2003, l'Onu si è fatta promotrice di una convenzione per la lotta e il contrasto alla corruzione che prevede l'impegno per i

    – di Renato Brunetta *

1-10 di 12 risultati