Le nostre Firme

Sergio Fabbrini

editorialista |

Professore ordinario di Scienza Politica e Relazioni Internazionali e Direttore del Dipartimento di Scienze Politiche presso la LUISS Guido Carli, dove ha fondato e diretto la School of Government dal 2010 al 2018. E' stato Direttore della School of International Studies dell'Università degli Studi Trento dal 2006 al 2009. E' stato Direttore della “Rivista Italiana di Scienza Politica” dal 2004 al 2009, il primo direttore dopo Giovanni Sartori che l'ha fondata nel 1971. E' Recurrent Visiting Professor di Comparative and International Politics presso la University of California di Berkeley (USA). Tra gli altri, è stato Jemolo Fellow presso il Nuffield College di Oxford e Jean Monnet Chair Professor presso il Robert Schuman Center for Advanced Studies, European University Institute, Fiesole, Firenze. Ha insegnato in diverse università degli Stati Uniti, della Cina, del Giappone, dell'America Latina e dell'Europa. E' stato Fulbright Professor presso la Harvard University (USA). Ha diretto la collana editoriale su “Le istituzioni delle democrazie contemporanee” per l'Editore Laterza. Ha vinto diversi premi scientifici internazionali e nazionali. Ha pubblicato sedici volumi, è co-autore di un altro volume ed ha curato altri quindici volumi, oltre a quasi trecento saggi scientifici in sette lingue, nei campi della politica comparata ed europea, della politica americana, della politica italiana, della teoria politica e della political economy. E' editorialista del quotidiano Il Sole 24 Ore. Per i suoi editoriali, ha ricevuto il Premio 2017 Altieri Spinelli che gli è stato consegnato a Ventotene.

  • Luogo: Luiss Guido Carli
  • Lingue parlate: francese, spagnolo
  • Argomenti: Scienze politiche, relazioni internazionali

Ultimo aggiornamento 11 ottobre 2018

Ultimi articoli di Sergio Fabbrini

    I vincoli esterni e interni che frenano Biden

    Centinaia di milioni di persone hanno seguito mercoledì scorso la cerimonia di giuramento del nuovo presidente americano Joe Biden. L'America continua ad essere, nonostante tutto, il punto di riferimento della politica globale. Ciò che avviene a Washington D.C. è destinato ad influenzare ciò che

    – di Sergio Fabbrini

    Polonia, Ungheria e la fragilità dell'Europa

    Nella conferenza stampa del 10 dicembre, Christine Lagarde (presidente della Banca centrale europea) ha chiarito come stanno le cose. Nell'Eurozona, si prevede un calo del Pil del 7,3% nel 2020, con una ripresa stimata del 3,9% nel 2021, del 4,2% nel 2022 e del 2,1% nel 2023. Nello stesso giorno,

    – di Sergio Fabbrini

    Scelte chiave per costruire il futuro della Ue

    Il 10-11 dicembre si terrà una riunione del Consiglio europeo dei capi di governo che dovrà dare il via libera alla riforma del Meccanismo europeo di stabilità (Mes), concordata pochi giorni fa dai ministri economici e finanziari dell'Eurozona. Il giorno prima, il nostro Parlamento dovrà votare per

    – di Sergio Fabbrini

    Dalle elezioni la nuova identità degli Usa

    Ci siamo. Dopodomani si terranno le elezioni americane per scegliere il presidente (per 4 anni), i 435 membri della Camera dei rappresentanti (per 2 anni), 35 senatori (per 6 anni), oltre che i rappresentanti di 86 delle 99 camere legislative degli Stati e 11 governatori statali. In America, per

    – di Sergio Fabbrini

    Architetture mancanti in Europa e in Italia

    Già Esopo (uno scrittore greco vissuto nel VI secolo a.C.) aveva consigliato, in una sua favola, di non vendere la pelle dell'orso prima di averlo catturato. Eppure, si dà per scontato che l'Unione europea (Ue) abbia ormai approvato il programma post-pandemico Next generation Eu e che l'Italia ne

    – di Sergio Fabbrini

    Prima l'Europa. E' l'Italia che lo chiede

    Gli editoriali del professore ed esperto europeista Sergio Fabbrini in un unico volume, con Il Sole 24 Ore, prefazione di Giuliano Amato

    – di Sergio Fabbrini

    Effetto Keynes sul nuovo Patto di stabilità

    Attraverso un budget europeo basato su risorse proprie, Bruxelles potrà definire le sue autonome priorità di policy usandole per poi condizionare i Paesi europei

    – di Sergio Fabbrini

    Il negoziato europeo elimini la retorica

    I tre problemi che devono essere risolti con i corretti strumenti e le giuste negoziaizioni per superare la crisi con l'aiuto dell'Unione europea

    – di Sergio Fabbrini

1-10 di 289 risultati