Aziende

Seat Pagine Gialle

Seat Pagine Gialle Spa è un operatore leader nei servizi di informazione, strumenti di reperibilità e di comunicazione. In particolare, la società si avvale di una piattaforma multimediale che offre informazioni dettagliate e strumenti di ricerca, oltre a mezzi pubblicitari multipiattaforma (carta-telefono-internet), directories su carta e servizi di assistenza telefonica. Seat Pagine Gialle Spa conta su una rete commerciale di 2.000 persone, su un database di 13 milioni di famiglie e 4 milioni di operatori economici. Quotato alla Borsa di Milano, il gruppo con sede principale a Torino controlla: Prontoseat, Telegate, Cipi, Europages, Seat Corporate University, Thomson e Consodata.

Società elenchi ufficiali abbonati al telefono è stata fondata nel 1925 per la stampa gli elenchi telefonici del Nord Italia. Dal 1951 l’azienda ha allargato la sfera geografica al Centro-Sud e dal 1964 ha lavorato con Sip. Il 1966 è stato l’anno del lancio di Pagine Gialle. Incorporata in Stet nel 1986, Seat è stata scissa nel 1996 per diventare autonoma e l’anno successivo è stata ammessa alle quotazioni di Borsa Valori. Dopo l'acquisizione di Seat da parte di una cordata di imprenditori privati, tra i quali Telecom Italia, Comit, De Agostini e Investitori Associati, nel 1998 Seat Spa è diventata Seat Pagine Gialle Spa e nel 2000 la nuova società è entrata a far parte del Gruppo Telecom. Nel 2003 Silver Spa ha acquisito il controllo della nuova Seat Pagine Gialle Spa.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Telecomunicazioni | Seat - Pagine Gialle | De Agostini | Thomson | Seat Corporate University | Telecom | Italia del Nord | Cipi | Consodata | Europages | Telegate | Comit | Prontoseat | Silver Spa | Borsa di Milano | Borsa Valori | Pagine Gialle Spa |

Ultime notizie su Seat Pagine Gialle

    Seat Pagine Gialle, assolti tutti gli imputati al processo per bancarotta

    Il tribunale di Torino ha assolto i 15 imputati del processo per bancarotta relativa a Seat Pagine Gialle. ... L'accusa aveva contestato inoltre la legittimità di una delle più complesse ed importanti operazioni di leveraged buy-out realizzate in Italia con la formula della doppia newco e volta all'acquisizione della Seat Pagine Gialle. ... «Sono molto soddisfatto, per me, per l'intero Cda e per tutti coloro che in quegli anni hanno lavorato e creduto in Seat Pagine Gialle», ha commentato...

    PagineSì! «studia» la Borsa e cerca i nuovi partner

    L'azienda, nata come produttore di elenchi telefonici, è ora una vera digital company con l'88% dei ricavi legati al web. Ma non ha abbandonato la comunicazione tradizionale

    – di Simona Rossitto

    Banche, tra i top manager vince la «scuola» Intesa Sanpaolo

    Quale scuola manageriale sta guidando le banche italiane? Per decenni, e fino alla metà degli anni '90, le gerarchie erano rigorosamente interne e quasi militarizzate. Poi arrivò la "primavera" della generazione Mc Kinsey, che ha dominato il top management del settore finanziario italiano per quasi

    – di Alessandro Graziani

    Amazon aprirà tre datacenter in Italia per servizi di cloud computing

    Amazon Web Services, la divisione che si occupa di fornire servizi di cloud computing, ha annunciato di avere scelto l'Italia per l'apertura di tre nuovi datacenter. Saranno attivi all'inizio del 2020. Il nostro Paese diventa così la sesta nazione europea dopo Francia, Germania, Irlanda, Regno

    – di Luca Tremolada

    Italiaonline, accordo sui 400 esuberi: arrivano 6 mesi di cassa integrazione

    Sono stati superati i 400 esuberi previsti per Italiaonline (ex Seat Pagine Gialle) e trasformati in cassa integrazione per riorganizzazione per i prossimi 6 mesi (dal 12 luglio all'11 gennaio 2019). Questo il cuore dell'accordo raggiunto al ministero del Lavoro dove. Entro il 30 ottobre del 2018,

    Big Data: l'economia digitale vale già 4,7 miliardi

    In principio erano gli elenchi telefonici. Quei libroni suddivisi per provincia che contenevano cognome, nome, numero di telefono, indirizzo e in alcuni casi anche posizione lavorativa di milioni di italiani. Erano una fonte di dati basilare: la prima, in questa storia, travolta dalla digitalizzazione. Digital direct marketing; programmatic; Dmp (piattaforme che raccolgono i dati e li analizzano); marketing automation hanno sostituito le funzioni svolte dalle società di raccolta dati che impac...

    – Infodata

    Big data e algoritmi: l'economia digitale vale già 4,7 miliardi

    In principio erano gli elenchi telefonici. Quei libroni suddivisi per provincia che contenevano cognome, nome, numero di telefono, indirizzo e in alcuni casi anche posizione lavorativa di milioni di italiani. Erano una fonte di dati importante. La prima, in questa storia travolta dalla

    – di Andrea Biondi e Biagio Simonetta

    Arrestato Vittorio Farina, l'uomo degli elenchi telefonici

    Forse c'è una sorta di karma nel destino di Vittorio Farina. La carta sta scomparendo, sopraffatta dalla società digitale dove tutto è su schermo; e, quasi simbolicamente, per il più grande stampatore italiano che ha fatto fortuna con la stampa su carta, cala il sipario. L'imprenditore arrestato

    – di Simone Filippetti

    Sawiris mette in vendita anche Dada

    Naguib Sawiris mette il cartello «vendesi» su pezzi del suo impero. Sta cercando un compratore per Dada, la web company specializzata in servizi web e domini, che era stata comprata da Rcs negli anni dell'euforia di Internet e della bolla della New Economy.

    – Simone Filippetti

1-10 di 273 risultati