Ultime notizie:

Sea Watch 3

    Dal blocco navale alla diffamazione: il duello tra Salvini e Rackete

    Un mese e mezzo di insulti e scontri tra il leader della Lega e la comandante della Sea Watch 3 Carola Rackete. Post dell'allora ministro dell'Interno sono stati fatti anche con la gip di Agrigento che aveva escluso responsabilità per la "Capitana", accusata di aver forzato un blocco navale e speronato una motovedetta della Guardia di finanza

    – di Ivan Cimmarusti

    Migranti, Salvini indagato per diffamazione di Carola Rackete

    «Denunciato da una comunista tedesca, traghettatrice di immigrati, che ha speronato una motovedetta della Finanza: per me è una medaglia! Io non mollo, mai». Questa, su Facebook, la reazione del leader leghista nel giorno dell'insediamento del Governo Conte bis che vede il Carroccio all'opposzione

    Migranti, no di Francia e Germania al piano italo-maltese

    Potrebbe essere solo l'antipasto (piuttosto indigesto per il nostro Paese) di una conflittualità permanente tra l'Italia e i Paesi del Nord Europea sul dossier migranti che rischia di proseguire per i prossimi cinque anni di nuova legislatura europea e far regredire i pur timidi passi in avanti

    – di Gerardo Pelosi

    Lega e FdI sempre più forti: salgono a quota 42-46%

    Lega e Fratelli d'Italia hanno superato abbondantemente il 40,8% totalizzato alle elezioni europee e veleggiano, secondo gli ultimi sondaggi, tra il 42 e il 46 per cento. Frutto, soprattutto, del balzo del Carroccio. Al contrario Forza Italia cede voti in direzione del partito di Matteo Salvini. E

    – di Mariolina Sesto

    Tutte le navi bloccate da Salvini / Sea Watch

    Il 30 giugno La Sea Watch 3 battente bandiera olandese (e gestita dall'Ong tedesca Sea Watch) è entrata nel porto di Lampedusa violando il divieto e l'alt intimatogli dalla Guardia di Finanza. La comandante Carola Rackete, è stata fermata dalle autorità italiane. Ma il gip di Agrigento non ha

    Dalla Mediterranea alla Diciotti: tutte le navi respinte da Salvini

    Il no del ministro dell'Interno Matteo Salvini all'ingresso in acque italiane della nave dell'Ong Mediterranea è l'ultimo atto della politica dei porti chiusi. Fin dal suo insediamento al Viminale è partita la "guerra" alle navi delle Ong

    – di Andrea Gagliardi

    Migranti, dai «Dublinanti» a Rackete: Germania ancora in pressing sull'Italia

    Le critiche espresse dal presidente Steinmeier nei confronti della decisione di porre la Capitana della Sea Watch 3 agli arresti domiciliari si inseriscono in un filone, quella della gestione dei flussi secondari, che a ottobre ha già visto i due paesi coinvolti in un duro spalla a spalla

    – di Andrea Carli

1-10 di 51 risultati