Ultime notizie:

Sassiccaia

    Powerful wines: gli italiani nella Top100 di Liv-Ex

    Il primo è Gaja, al 26mo posto. Salito di trenta posizioni rispetto al 2017. Seguito da Sassiccaia al 29° posto. Sono gli unici due vini italiani presenti nella classifica dei Top 50 stilata da Liv-Ex, il sito britannico che segue le quotazioni mondiali delle grandi etichette. La lista di quest'anno vede un arretramento dalle prime posizioni dei Bordeaux a favore della Borgogna, degli Champagne e dei vini italiani e americani. Nella seconda lista, quella dal 51° al 100° posto sono otto gli itali...

    – Fernanda Roggero

    Il vino più caro del mondo? Una piccola sorpresa...

    Non solo la contraffazione. I vini di Bordeaux, negli ultimi decenni al vertice dei listini mondiali grazie all'irrompere nel mercato delle aste dei grandi collezionisti asiatici, ha trovato il suo peggior nemico in casa. E' la raffinata Borgogna a scalzare i colleghi-rivali dal podio. In base a una ricognizione su 55mila mercanti di vino in giro per il mondo il sito specializzato Wine Searcher ha scoperto che oggi il vino più caro  è l'Henri Jayer Richebourg Grand Cru, venduto a un prezzo med...

    – Fernanda Roggero

    Vini da investimento: Baroli e Supertuscan (finalmente) "agganciano" i grandi francesi

    I grafici stanno lì a dimostrarlo. Le grandi etichette italiane - Baroli e Supertuscan - sono a tutti gli effetti degli ottimi asset d'investimento. E hanno rosicchiato posizioni fino a raggiungere il livello dei blasonati cugini francesi. Dal 2007 al 2014 la quota di mercato sul Liv-ex, la più accreditata piattaforma internazionale di trading per il vino di qualità, vede una costante discesa dei Bordeaux e una crescita degli italiani. Fino ad arrivare a una situazione di parità. Allo stesso ...

    – Fernanda Roggero

    Volete comprare una bottiglia della collezione di Sir Alex Ferguson? Leggete qui...

    Il più amato general manager del football inglese, Sir Alex Ferguson, ha coltivato nei lunghi anni di carriera un secondo amore dopo il Manchester United. E' un appassionato collezionista di vini pregiati (perlopiù francesi, ma ama anche i supertuscan) e ora ha deciso di separarsi da una parte della sua invidiabile cantina. Lo farà con due aste da Christie's, la prima a Hong Kong il 24 maggio e la successiva a Londra il 5 giugno. Ma dal 9 a 23 giugno è prevista una vendita solamente online. Il ...

    – Fernanda Roggero

    Acquisti dei nababbi asiatici per Natale / Vino

    Magari ci affondano qualche cubetto di ghiaccio di troppo ma i cinesi hanno imparato a bere vino. Rosso naturalmente. E preferibilmente targato Bordeaux. I

    – di Fernanda Roggeroo

    Brilli ma senza effetti collaterali? Arriva da Londra l'alcol surrogato (con antidoto)

    Vi piacerebbe sentire quella piacevole ebbrezza che vi invade dopo qualche bicchiere di vino senza rischiare un terribile cerchio alla testa la mattina dopo? Secondo un ricercatore dell'Imperial College di Londra sarà presto possibile. Senza neanche avvicinarsi al bicchiere. David Nutt ha infatti individuato (ma i test farmacologici sono solo all'inizio) una molecola che agisce sui neurotrasmettitori. In pratica, se voglio essere un po' brillo, basta mandare giù il nuovo principio (pare sotto f...

    – Fernanda Roggero

    Etna, la Borgogna d'Italia? Il Nerello come il Pinot nero, prezzi dei terreni (e delle bottiglie) alle stelle

    Per qualcuno é la Borgogna d'Italia. Di certo é il fenomeno vinicolo degli ultimi anni. Come definire altrimenti un'area che ha visto schizzare i prezzi dei terreni (da 12mila euro l'ettaro una ventina d'anni fa a 30mila agli inizi Duemila per arrivare oggi a 70mila) ed è meta di perlustrazione da parte dei più importanti produttori a caccia della "contrada" giusta? Siamo sull'Etna. Vigne che si rincorrono di terrazza in terrazza fino a salire sopra i mille metri - gli appezzamenti più pregiati...

    – Fernanda Roggero

    Degustazioni fiorentine

    Grand tasting di annate millesimate a Firenze al Divino Tuscany, il festival dei supervini toscani organizzato dal critico americano James Suckling. Sono presenti i piu' importanti produttori della regione. Si assaggerà un Solaia 1997, un Sassiccaia 2004, un superiore Ornellaia 2001 e via millesimando. Il festival si sta dimostrando un successo (qualche riserva sul titolo, che certo non pecca di understatement). Trecento ospiti, perlopiù stranieri (soprattutto da Usa, Cina e Russia) hanno sborsa...

    – Fernanda Roggero

1-10 di 12 risultati