Ultime notizie:

Sapientino

    Dimmi cosa provo di Clementoni

    Ogni giocatore a turno indica segretamente l'emozione che gli suscita un'illustrazione e gli altri devono provare a indovinarla. Un nuovo prodotto della storica azienda di Recanati (Macerata) che ha legato il suo nome al gioco Sapientino. Prezzo: 19,90 euro.

    La scheda per maker - Arduino

    E'?il corrispettivo di Sapientino per un bimbo piccolo o del piccolo chimico per il pre-adolescente. Regalare a Natale Arduino vuole dire essere certi che il proprio figlio/a è un geek senza speranza. Arduino Starter Kit è ideale per avvicinarsi all'elettronica fai da te, alla programmazione e alla

    Il coding migliora l'apprendimento e le competenze digitali. Lo dice Sapientino

    Il coding si sta affermando come disciplina sempre più diffusa nelle scuole in tutta Italia, a partire dalle primarie. L'avvicinamento alla logica del pensiero computazionale non è fine a se stesso, ma ha l'effetto di migliorare l'apprendimento e di affinare le competenze scientifiche e digitali

    – di P.Sol.

    Sapientino compie 50 anni: la sfida vinta dei giochi educativi

    Compie 50 anni Sapientino che, per intere generazioni di bambini, è molto più di un gioco. L'idea venne nel 1967 a Mario Clementoni, l'industriale maceratese che lavorava in un'azienda di strumenti musicali a Pesaro e che decise di mettersi in proprio, inventando un nuovo segmento di mercato, in

    – di Michele Romano

    Coding a misura di bimbo con Doc, robottino educativo di Clementoni

    Non solo fruitori passivi di tecnologia ma programmatori in erba grazie a un robottino a misura di bimbo. Una sfida che coinvolge i genitori che finora nella maggioranza dei casi si sono limitati a parcheggiare il bimbo davanti allo schermo del tablet per farlo giocare con le app. Per i nativi digitali in età prescolare ora c'è qualche cosa di più formativo, che getta i primi semi della logica.  E' Doc, Robottino educativo parlante che avvicina i bimbi alla programmazione e alla robotica. Il gi...

    – Enrico Netti

    Se la soluzione è un gioco

    I giochi educativi non sono certo una novità: imparare giocando è stato, e continua ad essere, un mantra di grande successo. Il sapientino e il piccolo chimico della mia infanzia sono entrati nel mondo digitale come videogame pensati per incuriosire e divertire, col fine ultimo di stimolare

    – di Patrizia Caraveo

    Le parentesi del Destino

    Mi piacciono le parentesi, quei segnini arcuati che sulla pagina si guardano l'un l'altro e in mezzo racchiudono qualcosa. Non sono scatole perché non

    – Paola Mastrocola

    Little Big Planet ritorna e porta nuovi amici

    Little Big Planet non è un videogioco campione di incassi ma piace tanto lo stesso in particolare alle mamme, alle maestre e ai giornalisti. Per le prime tre categorie il motivo è presto detto. Little Big Planet riflette l'idea di creatività degli adulti. Per gli ultimi della lista (i giornalsti) piace perché è un gioco che si racconta bene. Quella dei creatori Media Molecule è una bella storia da raccontare.  Nascono come una startup videoludica diversa dalle altre. Prima di essere acquisiti d...

    – Luca Tremolada

1-10 di 17 risultati