Ultime notizie:

Sandro Boscaini

    Masi: crescono Italia ed export. Ricavi a 45,6 milioni nei primi 9 mesi

    La Masi Agricola, che fa capo a Sandro Boscaini, noto come Mister Amarone, anche nei primi nove mesi 2019 ha registrato una crescita dei ricavi. Il  consiglio di amministrazione della società quotata sul mercato Aim Italia e tra i leader italiani nella produzione di vini premium ha reso noto che al 30 settembre la casa vinicola ha registrato ricavi a 45,6 milioni di euro (+1% annuo). Crescono sia l'Italia che l'export. L'Ebitda è in calo a 7,7 milioni (9 mln nel 2018) mentre l' Ebitda margin si ...

    – Fernanda Roggero

    Masi simbolo nel made in Italy alla conquista del life style tedesco

    Il vino italiano di super qualità punta a conquistarsi un posto autorevole in Germania dove ha già un posizionamento di rilievo. Sta per aprire Masi Wine Bar Munich un nuovo locale monomarca nella centralissima Maximilianstrasse, prestigiosa via del lusso internazionale, presso il noto address

    – di Lucilla Incorvati

    Così il vino made in Italy ha conquistato gli Usa. Grazie a un giornalista

    L'Italia alla fine degli anni '80 esportava negli Usa un milione di ettolitri di vino, contro i 3 milioni di oggi. Le vendite all'estero di etichette italiane si sono spostate dal Nord Europa (Germania in primis) al Nord America. Trent'anni fa il 56% dell'export made in Italy era fatto da vino sfuso e indifferenziato, una percentuale che oggi è scesa al 5%

    – di Giorgio dell'Orefice

    Masi e Vespa alleati nel vino Terregiunte

    Sarà stata la voglia di andare controcorrente sfidando etichette Doc, Igp e Docg. Sarà stato il desiderio di percorrere insieme la via coraggiosa e originale della sperimentazione che ha portato Masi Agricola, storica azienda oggi guidata da Sandro Boscaini e l'azienda agricola Futura di Bruno

    – di Enrico Netti

    La carta enoturismo, formazione in house

    Il gruppo Masi con sede in Valpolicella (Ve) produce e commercializza l'Amarone e altri vini di pregio, con 57 milioni di fatturato e circa 150 dipendenti, è operativo nel Triveneto, in Toscana e in Argentina. Accanto ai profili tradizionali - tecnico-produttivo, amministrativo e marketing - le

    – di G.Pog. e Cl.T.

    Spritz economy, aperitivo da 4,3 miliardi

    C'è un'Italia del vino, medaglia d'argento mondiale delle esportazioni dietro alla Francia. E poi c'è un'Italia dei liquori: più piccola per fatturato aggregato, ma più rampante. E a sorpresa, garantisce a chi li produce margini di ricavi superiori al vino. Lo dicono i dati del nuovo Osservatorio

    – di Micaela Cappellini

    Il Prosecco oltre il boom: diversificazione e qualità

    E' cresciuto negli ultimi dieci anni con tassi annui a doppia cifra ma adesso sente salire tra le colline del Trevigiano e le pianure del Nord Est verso il Friuli, sempre più insistente una domanda: quando finirà la corsa? Si tratta del Prosecco, etichetta che dal 2009 - cioè dalla riorganizzazione

    – di Giorgio dell'Orefice

    VinItaly, virtù e vizi tutt'intorno alla fiera immagine dell'Italia del vino

    E' stato archiviato come il VinItaly dei record assoluti, quello tenutosi dal 7 al 10 aprile scorsi a Verona. La definizione trova conforto nei dati diffusi dall'ente organizzatore e relativi a numero di espositori (4.600), superficie (oltre 100mila metri quadri), visitatori (125mila) e buyer (32mila) provenienti da ogni dove. Una grande festa del vino, che ha visto anche un fuori salone cittadino - VinItaly and the City - che avrebbe calamitato qualcosa come 80-90mila presenze. Ma, come dirò più...

    – Nicola Dante Basile

1-10 di 129 risultati