Persone

Salvatore Ligresti

Salvatore Ligresti, nato a Paternò (Catania) il 13 marzo 1932 è un imprenditore, ex membro del consiglio di amministrazione di UniCredit e Rcs. Tra le altre cariche è stato presidente onorario di Premafin Finanziaria, Fondiaria-Sai, Milano Assicurazioni, Immobiliare Lombarda. Ha iniziato la propria attività a Milano come imprenditore immobiliare negli anni Ottanta che poi ha declinato nel settore finanziario con l'acquisizione della società di assicurazioni Fondiaria-Sai venduta a Unipol nel 2012 sull'orlo del crac, e di altre partecipazioni in società del salotto buono milanese(per questo verrà soprannominato Mister 5%).

Protagonista per un ventennio del capitalismo di relazione è stato al centro di numerose vicende giudiziarie: Tangentopoli (finisce in carrcere per aver comprato attraverso tangenti gli appalti della metropolitana milanese) e caso Unipol-Sai. Il 17 luglio 2013 l'ingegnere Ligresti viene nuovamente arrestato dalla Guardia di Finanza su ordine della Procura di Torino e Milano per il reato di falso in bilancio e manipolazione di mercato e finisce agli arresti domiciliari. Coinvolti anche le figlie Giulia e Jonella che vengono arrestate mentre il figlio Paolo, con residenza a Lugano, evita l'arresto. L'11 ottobre 2016 nell'ambito del processo Fonsai il tribunale di Torino ha inflitto una condanna di sei anni la pena a carico di Salvatore Ligresti, ex presidente onorario ma, per l'accusa, "amministratore di fatto" della compagnia assicurativa Fonsai a e 5 anni e otto mesi per Jonella Ligresti, ex presidente Fonsai.

Anche il Tribunale di Milano, il 27 novembre 2017, ha condannato Salvatore Ligresti a cinque anni di carcere e 100mila euro di multa nel processo di primo grado sulla manipolazione in Borsa del titolo Premafin: avvenuta tra il 2009 e il 2010

Ultimo aggiornamento 28 novembre 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Politica | Salvatore Ligresti | Fonsai | Torino | Catania | Milano Assicurazioni | RCS | Guardia di Finanza | Unipol Assicurazioni | Fondiaria-Sai |