Ultime notizie:

Salii

    Le facce, le mani e la città della 5� A

    PROGETTO A scuola di lavoro ben fatto, di tecnologia e di consapevolezza SCUOLA Scuola Primaria Buono Buozzi, I. C. Leopoldo II� di Lorena Dirigente Scolastica: Paola Brunello Maestre: Ilaria Scarpettini, Marta Vinciarelli Classe: 5� A CALENDARIO ATTIVITÀ 6 Ottobre 2020; 14 Ottobre 2020; 17 Novembre 2020; 17 Dicembre 2020; 8 Aprile 2021 CARO DIARIO Martedì 6 Ottobre 2020 Torna al diario Caro Diario, oggi comincia una nuova storia, ancora in una scuola primaria, ancora a Follonica, ancora ...

    – Vincenzo Moretti

    Il segreto dell'albero dalle foglie d'oro

    Infiniti sono i viaggi che ho compiuto nel Regno della Fantasia, tante le creature di sogno che ho incontrato, e molti i tesori che ho trovato? ma di tutte le avventure fantastiche che ho vissuto, una mi è rimasta nel cuore come un gioiello prezioso, e proprio questa oggi voglio donarvi, cari

    – di Geronimo Stilton

    Sulla via Appia... occhio alla curva!

    A pensarci pare proprio strano: quando si esce da porta San Sebastiano per percorrere l'Appia antica, già pochi metri dopo, all'altezza della chiesa del Quo Vadis, la via piega repentinamente a sinistra. Ma non erano tutte dritte le vie romane? Perché un'eccezione proprio all'inizio della via più

    – di Cinzia Dal Maso

    Quando l'esordio é letterario

    «Ma di certo le parole che ho invocato non hanno più senso per chi mi attende, giacché la mia lingua è per terra e mentre cerco di prenderla, stanco, grazie a Dio muoio». Lo Scuru (Tunuè Edizioni), esordio letterario di Orazio Labbate (1985) si conclude col botto. Quasi a suggellare un testo di

    – Damiano Laterza

    Il vaso di Gogol, le catacombe di Fellini

    Denti 1. A chi appartenevano i duemilioni e settecentoquarantaquattro denti ritrovati dentro tre casse nel 1903 sull'Isola Tiberina a Roma?Ai pazienti di fra'

    – di Giorgio dell'Arti

    Stregati dal Peninsula

    Impossibile, dopo aver letto il romanzo di Lawrence Osborne, stare alla larga dal grande albergo. Qui, nell'oscurità del bar, ricche signore giapponesi si trasformano in predatrici

    – Diego Marani

    Confessioni di un ex mormone

    Non ricordo i nomi dei missionari, ricordo solo che uno era biondo e l'altro moro, uno veniva dall'Oregon e l'altro dallo Utah. Arrivarono a casa nostra su

    – di Walter Kirn

    Ricordo di Tonino Guerra

    Tonino Guerra, il 16 marzo, aveva compiuto novantadue anni. Il daffare che si erano dati a Santarcangelo e Pennabilli nel dividersi i festeggiamenti del poeta

    – di Sergio Zavoli

    Contrazioni/Raddoppiamenti, 2 - Alice annotata 4b

    La canzone del giardiniere (vedi conclusione di Contrazioni/Raddoppiamenti, 1 - Alice annotata 4a) come le avventure di Alice è dunque un gioco di specchi. Ugualmente lo è Amleto, in cui ogni verso, ogni personaggio, ogni particolare della trama si riflettono, raddoppiandosi, incessantemente l'uno nell'altro: nella sua versione cinematografica, K. Branagh fa svolgere gran parte dell'azione nel grande salone centrale della reggia di Elsinore, dalle pareti coperte di specchi, che si infrangeranno...

    – Marco Minghetti

1-10 di 14 risultati