Ultime notizie:

Rossana Brambilla

    Borse: Cina promossa, Giappone bocciato

    Mentre sui listini asiatici impazza il caso Dubai World le altre due piazze finanziare più significative sembrano aver imboccato strade opposte. I gestori, infatti, hanno pochi dubbi nel promuovere la Cina e, al contrario, bocciare le prospettive di crescita del mercato azionario di Tokyo.Ecco i pareri raccolti: "Nel breve periodo il movimento positivo del mercato cinese dovrebbe continuare - ha detto Federico Mobili, gestore azionario di Bnp Paribas - perché il governo cinese é intenzionato a...

    – Vito Lops

    Short selling vietato, il Nikkei si riprende

    P artenza al cardiopalmo e fuochi d'artificio nel prosieguo per la Borsa giapponese. Prima Tokyo è piombata ai minimi degli ultimi 26 anni, zavorrata dal crollo

    Borse, è il momento di puntare su Hong Kong?

    Un anno fa la Borsa cinese è salita sulle montagne russe e da allora non è più scesa, smentendo in più occasioni le previsioni di quanti puntavano su un recupero. Dopo aver superato lo scorso ottobre la soglia dei 6mila punti, il listino di Shanghai ha chiuso questa mattina a quota 2.390. Uno scivolone superiore al 60% che evoca per proporzioni quello accusato dai titoli tecnologici nel 2000. Resta difficile ipotizzare i tempi di un'eventuale ripartenza: il mercato lo scorso giugno ha sfondato...

    – Vito Lops

    Nel 2008 la Borsa cinese è la peggiore del mondo. Ripartirà?

    Con il balzo odierno del 4,2% il mercato azionario cinese prova a reagire alla pesante ondata di vendite che ha colpito dallo scorso ottobre i listini di Shanghai e Shenzen dimezzandone il valore. A questo punto scatta una domanda: la scossa di questa mattina - a cui va aggiunto un altro punto percentuale guadagnato ieri - può essere interpretata come il segnale di un'inversione di tendenza? O è un rimbalzo tecnico? Tanto più che da inizio anno la Borsa cinese ha perso il 37%, mettendo a segno ...

    – Vito Lops

    Borsa, perché in Cina la festa è finita

    Dai massimi storici dello scorso ottobre la Borsa di Shanghai ha bruciato il 40 per cento. Cosa sta succedendo, quindi, al mercato azionario che fino a pochi mesi fa sembrava il nuovo Eldorado per grandi e piccoli risparmiatori e che nel 2007, nonostante un finale d'anno debole, ha raddoppiato il suo valore? Shanghai. «La correzione in atto delle piazze di Shanghai e Shenzhen riflette l'alta volatilità di questi mercati per effetto del forte atteggiamento speculativo degli investitori locali -...

    – Vito Lops