Ultime notizie:

Romano Prodi

    Da Articolo 1 alla commemorazione dell'ex Dc Sullo, tutte le kermesse del Conte Due

    Con la nascita dell'esecutivo M5S-Pd-LeU-Italia Viva e la fine dell'esperienza alla guida dell'esecutivo targato M5S-Lega, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha messo al centro della sua strategia politica la promozione di un dialogo tra tutti gli attori politici, anche quelli apparentemente più lontani dalla sua linea. Una scelta che si è manifestata in concreto in una partecipazione più assidua da parte del capo di governo a una serie di kermesse

    – di An.C.

    Il mondo dell'impresa e della politica in Duomo per i funerali di Squinzi

    L'ex presidente di Confindustria, patron del club di calcio del Sassuolo e amministratore unico della Mapei, è scomparso il 2 ottobre dopo una lunga malattia, all'età di 76 anni. La messa funebre è stata celebrata da monsignor Erminio Descalzi, vescovo ausiliare di Milano, mentre l'omelia è stata pronunciata dall'arciprete del Duomo, monsignor Gianantonio Borgonovo

    Vocazione maggioritaria e riforma Ue: la via stretta dei «liberal» del Pd senza Renzi

    Il Pd deve continuare ad essere - avvertono Morando e Tonini nelle relazioni di apertura e di chiusura della due giorni di Orvieto - la casa comune dei riformisti italiani oppure semplicemente il Pd non ha più ragione di esistere. Riforma della Ue e democrazia decidente: da queste due direttrici passa per i "liberal" dem la sopravvivenza del riformismo

    – di Emilia Patta

    Referendum e legge elettorale, binomio non sempre vincente

    La Lega ha depositato in Cassazione la richiesta di consultazione avanzata da 8 consigli regionali per un sistema maggioritario. Ma sulla materia finora solo le due consultazioni promosse da Segni nel '91 e nel '93 ebbero successo

    – di Riccardo Ferrazza

    Dalla Lombardia al Friuli: il fronte del Nord per il referendum anti-proporzionale

    Sono già arrivati i sì di quattro consigli regionali (Piemonte, Lombardia e Friuli, oltre alla Sardegna)e sono attesi a stretto giro i sì di Piemonte e Liguria: il che consentirà di presentare entro lunedì in Cassazione la richiesta del referendum per eliminare dal Rosatellum la parte proporzionale

    – di Andrea Gagliardi

    Sì del Pd al taglio dei parlamentari, la legge elettorale può attendere

    Per la legge elettorale si utilizzerà poi tutto il tempo di entrata in vigore della riforma costituzionale che riduce il numero degli eletti (almeno 5 mesi, se nessuno come sembra chiederà il referendum consultivo) per mettere a punto una riforma condivisa

    – di Emilia Patta

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito, quanti voti ha preso e il futuro

    Matteo Renzi ha lasciato il Pd. Qualche settimana fa c'era stato l'addio di Carlo Calenda. quella dell'ex ministro dello Sviluppo economico è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato nel 2007 con l'obiettivo di unire l'anima post-comunista e quella cattolica della sinistra italiana, in dodici anni di storia è stato attraversato già da molte scissioni. Adesso è la volta dell'ex premier2 con motivazioni differenti. Qui l'articolo sul sole.com. Del resto a sinistra sono abituati. L...

    – Infodata

    Braccio di ferro M5S-Pd sul taglio dei parlamentari: mercoledì il verdetto sui tempi

    Il 25 settembre la capigruppo di Montecitorio dovrà approntare il calendario dei lavori dell'Aula della Camera fino a dicembre. I pentastellati premono per un via libera entro le prime due settimane di ottobre ma i Dem danno la priorità al raggiungimento di un accordo sulla modifica della legge elettorale e dei regolamenti, operazioni - sottolineano - che si rendono necessarie in vista della riduzione del numero di deputati e senatori

    – di Andrea Carli

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito e quanti voti ha preso

    Matteo Renzi, come anticipato dal Sole 24 Ore del 14 settembre, ha deciso. «Se lo avessi fatto tra sei mesi tutti lo avrebbero letto come una minaccia al prosieguo della legislatura - spiega l'ex premier ed ex segretario del Pd -. Fatto ora che il governo sta partendo serve a fare chiarezza, in tutta sicurezza». Non è ancora una scissione ma poco ci manca. Qualche settimana fa c'era stato l'addio del ministro Calendo. quella di Calenda è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato n...

    – Luca Tremolada

    L'Europa, il Nord e i rischi dello "statuto speciale" per il Sud

    Uno "statuto speciale per il Sud", ecco l'idea. Giuseppe Conte, alla sua prima trasferta a Bruxelles per incontrare la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen come premier del nuovo governo giallorosso Mov5Stelle-Pd, ha messo sul piatto una proposta che farà, e molto, discutere.

    – di Guido Gentili

1-10 di 3139 risultati