Ultime notizie:

Rodrigo Duterte

    I cinque errori della democrazia e perché puntare sul merito vuol dire salvarla

    La lista dei presidenti eletti da tali sistemi di rappresentanza è lunga: Vladimir Putin in Russia, Recep Tayyip Erdo?an in Turchia, Viktor Orbán in Ungheria, Abdel Fattah el-Sisi in Egitto, Rodrigo Duterte nelle Filippine, Nicolás Maduro in Venezuela, Michael Sata in Zambia, Jacob Zuma in Sud Africa e Robert Mugabe in Zimbabwe.

    – Alessandro Magnoli Bocchi

    Giornalismo del XXI secolo

    In questo strano secolo dalle poche promesse, Recep Erdogan può assurgere a paladino dell'informazione e fustigatore dei metodi sauditi, tenendo 200 giornalisti nelle galere turche; il filippino Rodrigo Duterte e l'egiziano Abdel Fattah Al-Sisi possono chiamare "spie" i giornalisti; l'americano Donald Trump denunciarli come "nemici del popolo".

    – Ugo Tramballi

    Israele e Iran: sindromi belliche

    La sindrome più pericolosa coltivata dal presidente, soprattutto per quel che resta della stabilità del Medio Oriente, è quella che gli permettere di andare d'accordo con i peggiori autocrati della Terra: Kim, Putin, al Sisi, Mohammed bin Salman, Rodrigo Duterte, Recep Erdogan, forse perfino Bashar Assad se è vero che a Helsinki Trump ha concesso a Putin la sua sopravvivenza al potere.

    – Ugo Tramballi

    Premiato il coraggio di sfidare i potenti

    I premi Pulitzer assegnati lunedì sera a New York hanno ribadito una volta di più l'insostituibile ruolo civile della stampa statunitense in un'epoca in cui i media tradizionali sono costretti a combattere quotidianamente per affermare la rilevanza sociale - e la sostenibilità economica - del

    – di Marco Masciaga

    Trump, Xi e il canto delle sirene del nazionalismo

    "Non onorerò della mia presenza alcun evento che manchi di rispetto nei confronti dei nostri soldati? o del nostro inno nazionale". Così ha detto Mike Pence, vice presidente degli Stati Uniti, una volta uscito da uno stadio nel quale il mese scorso doveva disputarsi una partita di football

    – di Gideon Rachman

    Il Giappone salva la Tpp senza gli Usa

    TOKYO - La TPP non è morta e sta per resuscitare senza gli Stati Uniti. A margine del vertice tra i 21 Paesi Apec in Vietnam, i ministri del commercio di 11 Paesi dell'Asia Pacifico che avevano firmato la Trans-Pacific Partnership con gli Stati Uniti hanno annunciato di aver raggiunto una intesa

    – dal nostro corrispondente Stefano Carrer

    5 - I Paesi che visiterà

    Giappone, Corea del Sud, Cina, Vietnam, Filippine. Trump inizierà il suo viaggio recandosi nei due Paesi che hanno una alleanza militare con gli Stati Uniti: il Giappone e la Corea del Sud, nazioni che Washington e' impegnata a difendere ma verso i quali il presidente ha elevato frequenti lamentele

    La voglia dell'uomo forte vera eredità della crisi 2007

    Sono trascorsi dieci anni da quando la crisi finanziaria è diventata internazionale. Fino al luglio 2007, la crisi dei mutui subprime sembrava affliggere soltanto gli Stati Uniti. Ma in seguito, quando due banche regionali tedesche a capitale statale, Landesbank Sachsen e Ikb Deutsche

    – di Harold James

    Spari e fiamme in un resort a Manila: 36 morti, suicida l'assalitore

    Sono state ore di terrore, nelle Filippine, dove un attacco a un mega centro commerciale vicino a Manila, affollato benché in piena notte, ha fatto credere a una nuova strage del terrorismo islamico, peraltro prontamente rivendicata dall'Isis. Questo prima che la polizia, basandosi sulle immagini

1-10 di 35 risultati