Aziende

Roche

Roche è la holding svizzera che ha il controllo della Hoffman-La Roche, grande multinazionale che opera in tutto il mondo, suddividendo il suo business in due aree strategiche, farmaceutica e diagnostica. Quotata alla borsa svizzera e presente sul mercato farmaceutico di oltre 15 paesi nel mondo, Roche ha sede principale nella città elvetica di Basilea e sedi operative in alcune delle più importanti nazioni del mondo (tra le quali Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Canada e Cina) e nelle quali sono impiegati circa 65mila collaboratori. Fondata da Fritz Hoffman-La Roche nel 1896, Roche ha iniziato la sua attività nella produzione di diversi tipi di preparati a base di vitamine. Altre due tappe importantissime nella crescita economica della multinazionale svizzera sono avvenute nel 1934, quando Roche è stata la prima società farmaceutica a produrre vitamina C sintetica per uso medicinale, e nel 1957, quando la società ha realizzato la classe di tranquillanti (tra i quali i più noti e usati sono quelli conosciuti col nome di Valium e Rhoypnol) derivati del principio conosciuto come benzodiapine. Nel 1976 invece la sede italiana della multinazionale svizzera è stata luogo di un grave incidente che ha causato una importante contaminazione di diossina, conosciuto come il disastro di Seveso (Milano). A partire dal 1982 Roche ha iniziato una lunga serie di incorporazioni di aziende chimiche (tra le quali le americane Biomedical Reference Laboratoires, Syntex e Genentech) che ne hanno rafforzato la leadership a livello mondiale. Tra i medicinali più noti attualmente prodotti e messi sul mercato da Roche ci sono Valium, Roaccutane, Bactrim e Tamiflu.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Imprese | Fritz Hoffman-La Roche | Multinazionale | Genentech Inc. | Milano | Biomedical Reference Laboratoires | Borsa Valori |

Ultime notizie su Roche

    Ricky, Trackr e gli altri cani eroi dell'11/9 celebrati a New York

    Ricky, un rat terrier alto 40 centimetri, aveva l'arte di intrufolarsi dappertutto. Trackr, un pastore tedesco, crollò a terra svenuto dopo due giorni di vana ricerca tra inalazioni di fumo, ustioni e stanchezza. Riley, un golden retriever di 4 anni, scavando tra le rovine scoprì i cadaveri di molti vigili del fuoco. I cani dell'11 settembre non sono più tra noi ma la memoria del loro servizio vive tra i soccorritori del World Trade Center. A ricordarli, ci sono due mostre organizzate a New York...

    – Guido Minciotti

    Variante Delta, qual è il grado di protezione dei diversi vaccini?

    I casi crescono in maniera esponenziale nel Regno Unito. Le ospedalizzazioni seguono, con differenze sulle classi di età. E arrivano i primi studi sulla protezione dei diversi vaccini rispetto alla nuova variante

    – di Agnese Codignola e Luca Salvioli

    La finanza ha due speranze, i malati di Alzheimer una. Per motivi diversi

    La finanza spera in plusvalenze miliardarie, i familiari dei malati in una cura. Alzheimer Disease International stima in 40 milioni i malati di Alzheimer e prevede un raddoppio entro il 2040. Per questa condizione oggi non esiste una cura consolidata ma tre aziende farmaceutiche, Eli Lilly, Roche e Biogen da tempo stanno studiando un farmaco e conducendo esperimenti clinici: l'approdo a un mercato che nei soli Stati Uniti è stimato in 50 miliardi di dollari all'anno darebbe frutti enormi in ter...

    – Franco Becchis

    Vaccini, rating e Big pharma. Cosa misura lo Standard Ethics Rating?

    La campagna vaccinale partita ormai da due mesi (27 dicembre 2020 per Italia ed Europa) sta tenendo banco sul fronte mediatico e al contempo sotto i riflettori le varie aziende produttrici dei vaccini, specialmente in funzione delle dosi e della loro disponibilità. E' notizia di qualche giorno fa che alcune realtà produttrici di vaccini hanno visto migliorare il loro corporate rating rilasciato da Standard Ethics. Per contestualizzare meglio questo annuncio, occorre sapere che Standard Ethics ...

    – Infodata

1-10 di 465 risultati