Persone

Roberto Giachetti

Roberto Giachetti è nato il 24 aprile del 1961 a Roma ed è un politico italiano, Vicepresidente della Camera dei deputati dal 21 marzo del 2013, per il Partito Democratico.

Ha preso parte alle ultime elezioni municipali capitoline uscendone sconfitto.

Giachetti ha intrapreso la carriera politica da giovane nel Partito Radicale, per essere successivamente eletto consigliere circoscrizionale di Roma con i Verdi.

Tra il 1993 ed il 2001 è stato prima capo della Segreteria e poi Capo di Gabinetto del Sindaco di Roma Francesco Rutelli.

E' stato tra i fondatori della Margherita, di cui è divenuto, nel 2001, Segretario cittadino di Roma e poi deputato della Repubblica alla Camera.

Riconfermato con l'Ulivo alla Camera dei deputati nel 2006, viene rieletto con la lista del PD nel 2008.

Nuovamente parlamentare col PD nel 2013, il 21 marzo dello stesso anno viene eletto Vicepresidente della Camera.

Sempre nella Camera è membro della I Commissione (Affari Costituzionali, della Presidenza del Consiglio e Interni) e del Comitato per la Comunicazione e l'Informazione Esterna.

Nel marzo del 2015 si è schierato contro le scelte della segreteria Renzi, invitando i dissidenti ad uscire dal PD per andare verso nuove elezioni.

Il 15 gennaio del 2016 ha deciso di candidarsi alle primarie del PD tenutesi lo scorso 6 marzo, che lo hanno visto vincitore e quindi reso candidato ufficiale del PD alla carica di Sindaco di Roma per le comunali del 2016.

Vincitore del primo turno, col 24.9% dei voti, il 19 giugno del 2016 è stato battuto al ballottaggio dalla candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi. riportando il 32,8 % contro il 67,2% dei consensi.

Roberto Giachetti è divorziato e padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 21 giugno 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Elezioni | Roberto Giachetti | Pd | Camera dei deputati | Candidato | Primarie | I Commissione | Francesco Rutelli | Partito Radicale | Ministero dell'Interno | Sindaco di Roma | L'Ulivo | Partito dei verdi | Virginia Raggi |

Ultime notizie su Roberto Giachetti

    «Italia Viva»: la lista dei (primi) 41 parlamentari che seguono Renzi

    Provenienti soprattutto dal Pd (38 parlamentari), nel nuovo schieramento sono approdati anche esponenti di altre forze politiche minori, come Psi, Forza Italia, e Civica Popolare. Ma «altri sono in arrivo» ed entro la Leopolda, la kermesse politica lanciata da Renzi nel 2010 in programma a Firenze dal 18 al 20 ottobre prossimi, «arriveremo ad una cinquantina» assicurano fonti renziane

    Nuovo partito di Renzi, ecco chi lo segue / Anna Ascani

    Deputata, Viceministro dell'Istruzione, dell'università e della ricerca nel Governo Conte II, nel dicembre 2018 si è candidata alla carica di vicesegretario del PD in sostegno del candidato segretario Roberto Giachetti (vincerà poi Nicola Zingaretti) .

    Nuovo partito di Renzi, ecco chi lo segue / Roberto Giachetti

    Deputato del Pd, qualche minuto dopo il giuramento dei viceministri e dei sottosegretari del Conte bis, il deputato del Pd Roberto Giachetti ha annunciato di voler rassegnare le dimissioni dalle Direzione del partito. Giachetti ha spiegato di aver preso questa decisione in quanto poco convinto

    Governo, il giuramento dei sottosegretari a Palazzo Chigi

    «Abbiamo una grande responsabilità, siamo qua per un ufficio pubblico, dobbiamo farlo con disciplina e onore ma al di là della forma costituzionale, la Costituzione sarà la nostra stella polare, noi ci metteremo tanto cuore, tanta passione e tanto impegno». Queste le parole del premier dando il benvenuto ai sottosegretari dopo la cerimonia nella Sala dei Galeoni. in polemica per l'accordo con i Cinque Stelle il deputato del Pd Roberto Giachetti lascia la Direzione nazionale del partito

    – di Nicola Barone

    Viceministro all'Istruzione/Anna Ascani

    Classe 1987, laureata in filosofia, ex candidata nel 2018 alla carica di vicesegretario del PD in sostegno del candidato segretario Roberto Giachetti., è vicepresidente del Pd.

    Paolo Gentiloni, il moderato che esordì in politica con Mario Capanna

    Sobrietà e pacatezza. Sono state le parole d'ordine di Paolo Gentiloni a palazzo Chigi. Ora Conte lo ha designato come candidato unico alla poltrona di commissario europeo. La presidente Ursula von der Leyen lo incontrerà già domani a Bruxelles

    – di Nicoletta Cottone

1-10 di 331 risultati