Le nostre Firme

Roberto D'Alimonte

Roberto D'Alimonte (1947) è un politologo e professore universitario.

Dal 1974 fino al 2009 ha insegnato presso la Facoltà di Scienze Politiche C. Alfieri della Università degli Studi di Firenze. E' stato visiting professor nelle Università di Yale e Stanford. Dal 1995 collabora con il centro della New York University a Firenze. I suoi interessi di ricerca più recenti riguardano i sistemi elettorali, elezioni e comportamento di voto in Italia.

A partire dal 1993 ha coordinato con Stefano Bartolini e Alessandro Chiaramonte un gruppo di ricerca su elezioni e trasformazione del sistema partitico italiano. E' direttore del Centro Italiano Studi Elettorali (CISE), professore ordinario di Sistema Politico Italiano alla Luiss, ed editorialista de Il Sole24Ore.

Ultimo aggiornamento 24 marzo 2017

Ultimi articoli di Roberto D'Alimonte

    Trentino Alto-Adige, Centrodestra unito con il traino leghista

    Nel 2013 si era presentato agli elettori diviso, con un candidato di Forza Italia, uno della Lega, uno di FdI e uno addirittura dei Moderati in Rivoluzione (Mir). Questa volta il centro-destra, fiutando la possibilità di vincere, si è ricordato della "regola aurea" del sistema maggioritario e si è

    – di Roberto D'Alimonte

    Crisi, migranti e Ue: i paradossi del nuovo euro-scetticismo

    Tra gli italiani e l'Europa è un momento di rapporti difficili e confusi. E' il quadro che emerge dall'ultimo rapporto dell'Eurobarometro, ma anche da altre rilevazioni recenti e non. Che i rapporti siano difficili non è una novità. L'atteggiamento favorevole degli italiani nei confronti della

    – di Roberto D'Alimonte

    Centro-destra verso la maggioranza assoluta

    Oggi il centro-destra unito può arrivare alla maggioranza assoluta dei seggi. Il 4 Marzo con il 37% dei voti aveva ottenuto alla Camera il 42% dei seggi. Gliene sono mancati 51 per raggiungere l'obiettivo. I sondaggi non sono voti, ma colgono comunque una tendenza inequivocabile. La Lega di Salvini

    – di Roberto D'Alimonte

    Perché il governo è «costretto» a durare

    Quanto durerà l'attuale governo? E' la domanda che si fanno in tanti in Italia e all'estero. Naturalmente è impossibile rispondere con certezza. Qualunque previsione è un azzardo. Quello che si può fare è chiedersi quali sono le ragioni per cui cadono i governi e capire se l'una o l'altra delle

    – di Roberto D'Alimonte

    Nazareno-bis, dialogo con M5s o «Aspettando Godot»: 3 scenari per il Pd

    La mancanza di una opposizione credibile è una delle tante anomalie italiane. E' forse la caratteristica politica più rilevante in questa fase confusa della nostra storia. Non è che manchi l'opposizione all'attuale governo. Ci sono partiti fuori dal governo che fanno opposizione, ma la fanno male.

    – di Roberto D'Alimonte

    Grandi comuni, il centrodestra batte il centrosinistra 42 a 31

    Vittorie e sconfitte non sono tutte uguali. Sono i simboli a decidere la lettura delle elezioni locali. Due anni fa furono le vittorie del M5s a Roma e Torino. Oggi sono le sconfitte del Pd a Pisa, Siena, Massa, Imola, Ivrea. Non contano le sue vittorie a Brescia al primo turno, a Brindisi e a

    – di Roberto D'Alimonte

    Nei ballottaggi un test sugli elettori M5S

    Oggi si vota in 75 comuni superiori ai 15.000 abitanti oltre al Municipio 3 di Roma. Quattordici sono comuni capoluogo. Si tratta di una consultazione elettorale "minore" rispetto ad altre elezioni amministrative, ma 75 ballottaggi rappresentano in ogni caso un test significativo sia per gli esiti

    – di Roberto D'Alimonte

    M5S, perché dalle politiche alle amministrative i grillini perdono il 70% dei voti

    Come era prevedibile il primo turno delle prime elezioni di questa nuova fase politica ha prodotto solo un risultato parziale. I sindaci già eletti nei 109 comuni superiori ai 15.000 abitanti sono stati 34, di cui 6 nei 20 comuni capoluogo. La partita decisiva si giocherà il 24 Giugno quando gli

    – di Roberto D'Alimonte

    Il voto in autunno ballottaggio anomalo fra Di Maio e Salvini

    Il Pd è a un bivio. O corre il rischio di fare un governo con il M5S o corre il rischio di elezioni anticipate. E il secondo di questi rischi non è meno grave del primo. Infatti, un eventuale voto a settembre si svolgerebbe in un contesto molto diverso da quello dello scorso marzo. Allora gli

    – di Roberto D'Alimonte

1-10 di 377 risultati