Ultime notizie:

Robert Kagan

    Dopo vent'anni gli Stati Uniti hanno perso la guerra al terrore

    Pubblico sul blog l'articolo dedicato all'11 Settembre, uscito sabato scorso sul Sole24Ore. Ugo Tramballi Nove giorni dopo, la determinazione aveva preso il posto dello smarrimento. "Dedicheremo ogni risorsa sotto il nostro comando", disse il 20 settembre George Bush alla sessione congiunta di Senato e Camera dei rappresentanti. "Ogni mezzo diplomatico, ogni dispositivo dell'intelligence, ogni strumento per l'applicazione delle leggi, ogni influenza finanziaria e ogni necessaria arma di guerra...

    – Ugo Tramballi

    Se in Israele vince la destra "più gentile"

    Sembra - ma non è certo - che stia per finire la lunga stagione di potere di Bibi Netanyahu. Ai giovani leoni socialisti degli anni Sessanta fu molto più facile liberarsi del monumento David Ben Gurion di quanto non sia per la destra israeliana disfarsi oggi di Bibi: a suo modo un genio della politica e dei suoi inganni. A chi si occupasse delle vicende israeliane saltuariamente o solo ideologicamente (qualsiasi cosa faccia, io sto con Israele; qualsiasi cosa faccia, io sono contro), deve esser...

    – Ugo Tramballi

    Il ritorno della questione tedesca

    Recenti scelte e dichiarazioni di leader politici tedeschi hanno riaperto la discussione sull'identità della Germania. Rispondendo qualche settimana fa ad Emmanuel Macron, Annegret Kramp-Karrenbauer (presidente del principale partito di governo, la CDU) è stata addirittura provocatoria quando ha

    – di Sergio Fabbrini

    Solo i democratici possono rieleggere Trump

    Steve Bannon, l'aedo del sovranismo americano, invitato a Roma da Comin & Partners per un confronto con Carlo Calenda, moderato da Lucia Annunziata, era evidentemente felice. Sosteneva che il rapporto di Robert Mueller che scagiona Donald Trump dall'accusa di collusione con i russi, apre la strada a un secondo mandato presidenziale. L'idea di rivedere Trump alla guida degli Stati Uniti fino al 2024, credo terrorizzi qualsiasi persona normale che non detesta l'America a prescindere. Ma non sarà ...

    – Ugo Tramballi

    Ordine liberale precario quanto prezioso

    Negli ultimi sette decenni il Pil globale è cresciuto ininterrottamente del 3,5%: anche calcolando la crisi del 2007/8; quattro miliardi di esseri umani sono usciti dalla povertà; nel 1939 i Paesi democratici erano una dozzina, ora un centinaio. Ciò nonostante, «fino al 1945, andando indietro di

    – di Ugo Tramballi

    I sovranisti vengono da Marte, i multilateralisti da Venere

    Riprendendo un fortunato libro del politologo americano, Robert Kagan, del 2003, intitolato "Of Paradise and Power" dove si mettevano a fuoco le differenze emergenti tra chi come gli americani credeva più nel potere della guerra e chi come gli europei nel dialogo, ora potremmo aggiornare le posizioni dell'epoca sostituendo gli americani con i sovranisti e gli europei con i  multilateralisti. Il risultato aggiornato al 2019 potrebbe essere che "i sovranisti vengono da Marte e i multilateralisti v...

    – Vittorio Da Rold

    Trump e la scelta illusoria tra nazionalismo e globalismo

    Avere una visione pessimistica del mondo, come quella di Donald Trump, «è una deriva da un carattere nazionale» americano storicamente ottimistico, sostiene John Alterman, vicepresidente del Centro di studi strategici, il Csis. Dai diplomatici del dipartimento di Stato, al Pentagono, ai think tank

    – di Ugo Tramballi

    No a Trump: il vecchio Bush vota per Hillary Clinton

    In questo momentum di The Donald che sembra difficile contrastare, pochi leader repubblicani si possono permettere di rivendicare quanto andavano ripetendo fino a primavera: mai Trump, #never Trump era hashtag su Twitter e una posizione politica che accomunava giovani del partito come Paul Ryan,

1-10 di 25 risultati