Ultime notizie:

riscaldamento

    B20, le task force dei ceo per ridisegnare il futuro

    "Le fonti energetiche inquinanti e il consumo insostenibile delle risorse continuano a causare gravi effetti di riscaldamento globale, oltre a un continuo degrado dell'equilibrio naturale degli ecosistemi", premette l'a.d. e direttore generale di Enel, Francesco Starace, presentando il suo ruolo al B20 di presidente della task force Energia ed Efficienza delle Risorse.

    Superbonus 110%, il salto di classe non porta sempre a un risparmio dei consumi

    La classe energetica di un edificio è invece determinata utilizzando come valore di confronto l'indice di prestazione energetica globale non rinnovabile dell'edificio EPgl,nren: questo parametro è definito in condizioni di calcolo standardizzato (impianto sempre acceso durante la stagione di riscaldamento, in grado di garantire 20°C all'interno degli ambienti), ed è pertanto poco rappresentativo dei reali consumi dell'edificio sia prima che dopo l'intervento.

    – di Luca Rollino

    Fotovoltaico, con le soluzioni "tech" si può ottenere il Superbonus

    Sma recentemente ha stretto un accordo con la Vaillant, azienda impegnata nel settore delle tecnologie per il riscaldamento e la climatizzazione. Tra le soluzioni prospettate anche la presenza di strumenti, come le pompe di calore che «possono utilizzare l'energia autoprodotta da un impianto fotovoltaico per il riscaldamento, il raffrescamento e la fornitura di acqua calda sanitaria con risparmio sui costi del gas e dell'elettricità».

    – di Davide Madeddu

    Superbonus 110%, ecco quando è applicabile anche all'isolamento del tetto

    Anche per questa fattispecie riesce difficile giustificare il via libera al superbonus, ma il "disco rosso" al 65% previsto dall'articolo 14 del Dl n. 63/2013, con l'unica eccezione dei fabbricati accatastati come F/2 (collabenti), che devono comunque essere dotati di impianto di riscaldamento funzionante o riattivabile.

    – di Giorgio Gavelli e Luca Rollino

    Cedolare secca sugli affitti: vantaggi per i contribuenti ma l'Erario soffre)

    Il primo era costituito dal canone di affitto (al netto delle spese per ascensore, pulizia, scale, portiere, riscaldamento, ecc. se incluse nel canone di locazione ed assunte dal proprietario a suo carico nel contratto) diminuito di un quarto (abitazioni) o di un terzo (negozi e magazzini).

    – di Giovanni Esposito

1-10 di 4079 risultati