Aziende

Risanamento

Risanamento Spa è una società immobiliare italiana. La property company quotata in Borsa Italiana opera nel settore immobiliare italiano ed estero. In particolare, possiede edifici a New York, Saint Moritz e in Francia. In Italia il core business di Risanamento Spa è l’attività di riqualifica e sviluppo di grandi aree metropolitane strategiche, quali Milano Santa Giulia e le aree ex Falck, a Sesto San Giovanni.

La società è nata per fusione di Bonaparte e Risamento Napoli. Nel 1998 Luigi Zunino ha acquisito Bonaparte e nello stesso anno è avvenuta la fusione per incorporazione di Risanamento Napoli (fondata nel 1888) con Domus Italica. Nel 1999 Domus Italica (partecipata dalla Bonaparte) ha rilevato il 58,59 % di Risanamento a Napoli dalla Banca d'Italia, allora azionista di maggioranza. L'anno successivo è avvenuta la fusione per incorporazione della Domus Italica e il cambio di ragione sociale in Risanamento Napoli. Nello stesso anno la Nuova Immobiliare, società del gruppo Zunino, ha acquistato il 48 % della Risanamento Napoli e Luigi Zunino è diventato il suo Presidente. Il progetto di fusione tra la Bonaparte e la Risanamento Napoli è stato approvato nel 2002, dando vita all'attuale società.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Fusioni e Acquisizioni | Fusione per incorporazione | Luigi Zunino | Risanamento Spa | Risanamento Napoli | Borsa Italiana | Banca d'Italia | Bonaparte | Milano | Domus Italica |

Ultime notizie su Risanamento

    Non solo Italia: lettere di Bruxelles ad altri 5 Paesi Ue (tra cui Francia e Spagna)

    DAL NOSTRO CORRISPONDENTEBRUXELLES - Il governo italiano non è stato l'unico governo della zona euro a ricevere una richiesta di ragguagli da parte della Commissione europea a proposito del bilancio per il prossimo anno. Cinque altri paesi hanno ricevuto una lettera dall'esecutivo comunitario per

    – di Beda Romano

    Bankitalia: non disperdere fiducia su risanamento

    La Banca d'Italia conferma i dubbi, già esternati in Parlamento, sull'impatto effettivo della manovra di politica economica del Governo Conte sulla crescita. Soprattutto, nel suo Bollettino, ricorda che l'efficacia delle politiche di bilancio dipende anche dal permanere della fiducia dei

    – di Rossella Bocciarelli

    Referendum Atac: dal no di M5S alle divisioni nel Pd, ecco tutte le posizioni dei partiti

    E' partito il conto alla rovescia verso l'11 novembre: tra quattro domeniche i cittadini romani potranno votare al referendum consultivo sulla messa a gara del servizio di trasporto pubblico locale, ad oggi gestito da Atac, la società al 100% del Comune di Roma. Ci si potrà recare alle urne dalle 8

    – di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

    Astaldi, sì al concordato. Cda al lavoro su piano coi creditori

    Il Tribunale di Roma ha accettato la richiesta di Astaldi di concordato in continuità aziendale. La domanda era stata presentata poco più di due settimane fa ed ora, secondo quanto riferito da fonti finanziarie, è arrivato il via libera dei giudici. Un sigillo che permette di dare avvio alle

    – di Laura Galvagni e Simone Filippetti

    Ritenute su redditi di capitale

    Adempimento: Termine ultimo per il versamento delle ritenute sugli importi maturati nel mese precedente relativi a: - obbligazioni e titoli similari italiani o esteri; - certificati di deposito e buoni fruttiferi. Versamento delle ritenute sugli importi pagati nel mese precedente relativi a: -

    – Scadenziario

    Proroga della Cigs fino a 12 mesi anche per le pmi

    Nuova spallata al Jobs act. Con il decreto "omnibus", approvato dal governo, spuntano altre deroghe in una materia, delicata, come gli ammortizzatori sociali.

    – di Claudio Tucci

    Gruppo 24 Ore: Paolo Fietta nuovo chief financial officer

    Paolo Fietta ha assunto il ruolo di chief financial officer del Gruppo 24 Ore. Fietta, 50 anni, porta al Gruppo 24 Ore la grande esperienza maturata nel corso della sua carriera professionale all'interno delle maggiori multinazionali e aziende italiane leader in differenti settori economici - dal

    Da Napoli a Catania: il «fallimento» eterno delle città in crisi

    Due settimane fa la Corte dei conti ha commissariato di fatto il Comune di Napoli. Ha bloccato tutte le spese non obbligatorie, e avviato il meccanismo che per legge dà 60 giorni per tentare evitare il dissesto. Lo stesso ultimatum era arrivato a fine luglio a Catania. Ma niente paura. Il

    – di Gianni Trovati

    Moody's alza il rating del Portogallo e lo porta al livello «investment grade»

    Moody's ha deciso di alzare il giudizio sul debito portoghese di un gradino a a Baa3 da Ba1, portandolo quindi (finalmente) sopra il livello di investimento. Per il Portogallo la crisi economica e finanziaria è dunque sempre più un ricordo del passato, seppure recente: Moody's era infatti l'unica

    – di Luca Veronese

    Magi (Radicali): «Va reciso il rapporto perverso tra Roma e Atac»

    «Bisogna recidere il rapporto malato e perverso tra Roma e Atac. Finora sindaci e assessori si sono comportati come i proprietari di un'azienda fallita anziché come il soggetto pubblico capace di far garantire ai cittadini un servizio. Si sono capovolte le priorità». Il segretario dei Radicali

    – di Manuela Perrone

1-10 di 6541 risultati