Ultime notizie:

Riparbella

    Vini, il Supertuscan di Ferragamo punta all'eccellenza

    Massimo, ultimo dei sei figli di Salvatore, fondatore della maison fiorentina della moda e del lusso, ha inaugurato una nuova cantina con uno spazio wine hospitality a Prima Pietra a Riparbella

    – di Silvia Pieraccini

    Agricoltore muore nel Pisano incornato da un toro

    Un agricoltore di 66 anni è morto dopo essere stato ripetutamente incornato da un toro di sua proprietà. L'incidente è avvenuto a Riparbella, nel Pisano. L'uomo ieri mattina è stato improvvisamente caricato dall'animale: lo testimonia un amico che ha sentito le urla e ha assistito impotente alla reazione feroce del toro senza riuscire a intervenire. La vittima è stata aggredita all'improvviso mentre si trovava di spalle e stava pulendo il recinto dei bovini dove c'erano le vacche e il toro, che ...

    – Guido Minciotti

    Piccoli comuni: ecco come le fusioni cambiano le geografie locali

    Annessi, aggregati, congiunti. Più tecnicamente, fusi, purché al di sotto dei 5.000 abitanti. E' il futuro dei piccoli comuni - 5.570 in Italia, il 54% del territorio nazionale - che, per effetto del ddl Lodolini (a modifica del dl 18 agosto 2000 n.267) sono obbligati ad accorparsi in nome di una

    – Donata Marrazzo

    Il Comune spende 82mila euro per difendere le multe e ora chiede una tregua ai multati

    Ci sono Comuni che sanno di avere torto e stanno zitti. Ce ne sono altri che, pur sapendo di avere ragione, non presentano appello contro le sentenze dei giudici di pace che annullano certe multe: la giustizia è troppo incerta (colpa di come sono fatte le norme e talvolta della "creatività" di chi le interpreta) e si rischia di rimetterci le spese. Così anche sentenze sballate diventano definitive e vengono pure citate come giurisprudenza significativa per tanti casi analoghi. Infine, ci sono si...

    – Maurizio Caprino

    La truffa dell'autovelox: la differenza tra Pisa e l'Italia

    Come vi avevo preannunciato, venerdì scorso la trasmissione "La vita in diretta" (Rai Uno) si è occupata del clamoroso caso delle multe nel Pisano: piccoli Comuni che - sfruttando il passaggio di strade relativamente veloci e trafficate sul proprio territorio ed essendo riusciti a farvi apporre limiti di velocità troppo bassi - hanno fatto "stragi" di guidatori "indisciplinati". Potete vedere i sette minuti di trasmissione su You Tube: http://www.youtube.com/watch?v=kjTTaV5_x6E Io nel frattempo...

    – Maurizio Caprino

    Comuni predoni all'indice. Ma ci sono anche gli onesti

    Comunicazione di servizio: venerdì pomeriggio, la trasmissione di Raiuno "La vita in diretta" si collegherà con Riparbella, uno dei centri del Pisano che sono tra le capitali italiane delle multe fatte dai Comuni. Noi del Sole-24 Ore fummo i primi a sollevare il caso a livello nazionale e fa piacere vedere che negli anni successivi se n'è continuato a parlare e si continua a farlo: tutto contribuisce a far sì che non si ripetano situazioni del genere, in cui i Comuni abbassano i limiti di veloci...

    – Maurizio Caprino

    Quando le multe si mangiano anche l'Ici

    Si dice sempre che i Comuni fanno cassa con le multe. Ma non sempre è così: può capitare che si perdano soldi per eccessiva disinvoltura proprio nel comminare le sanzioni oppure che si decida di investire sulla sicurezza stradale con controlli che presumibilmente saranno efficaci nel ridurre gli incidenti ma non faranno incassare granché. Ecco due storie che vengono dalla Toscana. La prima riguarda Riparbella, un paesino del Pisano che "Il Sole-24 Ore del Lunedì" ha più volte segnalato come un...

    – Maurizio Caprino

    Finalmente un caso certificato di limite troppo basso

    Oggi comincia la prima Settimana mondiale della sicurezza stradale. "Il Sole-24 Ore del Lunedì" la "saluta" con un articolo che può sembrare politicamente scorretto, in cui documenta il caso di un Comune del Pisano (Riparbella) che ha teso un agguato ai guidatori. Apparentemente, lo schema è il solito: misuratore di velocità nascosto dove il limite è troppo basso. Invece, il caso di Riparbella è il primo di questo tipo che mi capita da almeno sei anni a questa parte, tanto che pensavo non esiste...

    – Maurizio Caprino