Ultime notizie:

Rino Formica

    Quanto vale la coerenza? Ci salva dalla "money pump"

    Crediamo di poter trovare sempre un "greatest fool", uno meno sveglio di noi, cui far bere il frutto amaro della nostra incoerenza, oppure siamo coscienti del fatto che il mondo pullula di allibratori olandesi?

    – di Vittorio Pelligra

    Sicurezza bis, il decreto è legge: ok alla fiducia con 160 sì

    Cinque i "dissidenti" pentastellati. La compattezza degli alleati attende adesso un ulteriore test mercoledì mattina, quando saranno discusse e votate sempre a Palazzo Madama le mozioni sulla Tav

    – di Nicola Barone e Vittorio Nuti

    Cosa insegna la e-fattura: la tecnologia dimezza l'evasione

    Il contrasto all'evasione non è certamente un punto centrale nell'attività di governo, al contrario. Una decina di condoni e sanatorie varie, proposte di ulteriori condoni più o meno tombali, e perfino di un condono sul contante (e cioè sul riciclaggio), nessuna attenzione ai problemi

    – di Vincenzo Visco

    Il rapporto Salvini-Di Maio e le analogie con Craxi-De Mita

    La diarchia incarnata dai vicepremier "ex aequo" Matteo Salvini e Luigi Di Maio non è una novità: negli anni '80 i due consoli della politica italiana si chiamavano Benedetto "Bettino" Craxi (classe 1934 e milanese come il leader della Lega) e Luigi Ciriaco De Mita (classe 1928 e avellinese, come

    – di Riccardo Ferrazza

    La montagna del debito americano a quota 20mila miliardi di dollari

    Pubblichiamo un post di Paolo Migliavacca, esperto di geopolitica, collaboratore del Centro Einaudi di Torino - Grecia? Italia? Portogallo? Tra i Paesi che destano i maggiori timori in materia di debito pubblico, pochi pensano siano compresi gli Stati Uniti. Che invece stanno per tagliare il traguardo cruciale dei 20mila miliardi di dollari (al netto di altri 3.125 miliardi dovuti dai singoli stati e dalle municipalità locali). La data fatidica, giorno più giorno meno, è fissata nelle prossime ...

    – Econopoly

    La seconda giovinezza di Tremonti, antiglobal e contro «questa» Europa

    La Finanza? "Una nuova superpotenza che non ha esercito, non ha confini, non ha regole, non riconosce diritti diversi dai suoi, sostiene e sovvenziona in tutte le sedi il suo totalitario pensiero mercatista e con questo la sua dominante cultura, non è soggetta a corti di giustizia ma semmai le usa, tende a trasformare le democrazie in predilette o tollerate oligarchie, non ha leader visibili e tuttavia, cresciuta ormai a dismisura, comanda su tutti: sugli Stati, sui governi, sui popoli". Le bor...

    – Angelo Mincuzzi

    Se le nomine sono merce

    Brutta storia questa dell'ennesimo caso De Luca in Campania. Inutile dire che non entriamo nella vicenda giuridico-penale, perché i processi si fanno nei tribunali dove si possono esaminare tutte le carte e non sui giornali che devono accontentarsi di quel che fan filtrare questi e quelli. Sulla

    – Paolo Pombeni

    If Appointments Are Commodities

    The new case involving the president of the Campania region, Vincenzo De Luca, is a bad story. Of course, we will not go into details of the criminal case because trials need to be heard in court, where all the documents can be examined, and not in newspapers that are forced to filter this or that

    – Paolo Pombeni

    Renzi, uomo solo al comando. Occhio alla partita Quirinale (e ai ricordi del vecchio Formica)

    Fino a ieri c'erano due presidenti. Oggi, dopo che il Capo dello Stato Giorgio NAPOLITANO ha confermato di voler lasciare, sulla tolda di comando della nave Italia ne resta -di fatto- solo uno, in attesa della nomina del nuovo Presidente della Repubblica: il capo del Governo Matteo RENZI. Napolitano gli aveva aperto la strada nel febbraio scorso e nel suo ultimo messaggio di fine anno gli ha confermato la sua piena fiducia. Non è certo poco, come lascito politico. Ma ora Renzi deve contare sopr...

    – Guido Gentili

1-10 di 22 risultati