Ultime notizie:

Richard Sennet

    I custodi viventi del fatto a mano (e bene)

    Quell'ombra si riflette nell'anima di quel "popolo dei produttori" oggi privo di narrazione, privo di un "immaginario sociale" per cui, come dice Richard Sennet dell'Uomo artigiano «E' mal costruita l'istituzione sociale che ignora l'aspirazione dei suoi membri ad una vita lavorativa che abbia un senso».

    – di Aldo Bonomi

    La qualità dell'artigiano digitale

    La storia non è la scienza di chi fa ricerca sul passato. E' piuttosto la disciplina che studia il tempo. I bagliori dell'attualità si manifestano nel quadro di fenomeni congiunturali e di realtà strutturali che mutano a velocità diverse: che si leggono nel passato, che si vivono nel presente, che durano a lungo nel futuro. E la tradizione non è la ripetizione di ciò che si è sempre fatto, ma una fonte di conoscenza sulla qualità - delle cose e non solo - che vive solo se si contestualizza nella ...

    – Luca De Biase

    Il corpo, il pane e le rose: insieme per produrre bellezza

    Caro Giotto, ti porto al mare. In quel mare e in quella terra dove la Natura è prepotente in ogni sua forma e si manifesta come il vento a rafforzare l'idea che la bellezza non è mai compiuta. In Sardegna, a San Teodoro, puoi cogliere la forza della Natura insieme alla sua selvaggia bellezza e della bellezza farne esperienza nella sua mutevole fuggente essenza, e dire con Franco Rella che "nella natura noi scorgiamo infinite metamorfosi, trasformazioni, trasfigurazioni che ci mettono continuamen...

    – Maria D'Ambrosio

    Innovazione e Tradizione. Dialogo con Antonio Messeni Petruzzelli

    Antonio Messeni Petruzzelli è docente di ingegneria gestionale presso il Politecnico di Bari. Con Cristina Marullo, mia collega presso la Scuola Superiore Sant'Anna, abbiamo discusso dei suoi temi di ricerca. Ecco il risultato di questa conversazione. Antonio, hai scritto due paper molto interessanti con Tommaso Savino: "Search, recombination, and innovation: Lessons from the haute cuisine" sulla rivista Long Range Planning e "Reinterpreting tradition to innovate: The case of the Italian haute...

    – Alberto Di Minin

    JobLibrary - "Volevo fare l'astronauta": un libro spiega come la vocazione lavorativa non é cosa per tutti (ma chiunque é un portatore potenziale..)

     " Se vi proponete deliberatamente di essere meno di quanto siete capaci di essere, allora vi avverto che sarete infelici per il resto della vostra vita".  Che cos'è la vocazione lavorativa? Per il buon vecchio Abrahm Maslow, noto per la piramide dei bisogni , è una questione di felicità-barra-infelicità. Per Gian Maria Bianchi e Virginio Schiavetti, autori del libro  "Volevo fare l'astronauta - Guida alla ricerca della vocazione lavorativa (e non)" pp. 176, ? 22,00, da poco uscito con Franco An...

    – Rosanna Santonocito

    PreVisione 5. La debolezza del flessibile

    8 luglio 2011. Sulla flessibilità si è continuato a discutere in questi quattro anni e la scadenza di oggi sembra arrivare con tempestività, mentre si discute una manovra finanziaria che erode ulteriormente non solo il carattere ma anche i valori di base della nostra convivenza civile. Data della previsione: 8 luglio 2007 Un concetto che ha imperversato per un decennio e che verrà in futuro fortemente ridimensionato è quello della flessibilità. Su questo tema un sociologo americano - Richard Se...

    – francesco morace

    PreSentimento 110. Valorizzare la simpatia

     4 marzo 2011. E' su questa intuizione che tre anni fa nel libro Il senso dell'Italia ha cominciato a costruirsi il progetto Impronta Rinascimentale che proprio in questi giorni stiamo rilanciando presentando il libro Il Talento dell'Impresa che ha raccolto i suoi primi frutti in termini di analisi approfondite dell'italian way in 10 aziende italiane eccellenti che hanno deciso di aderire al nostro progetto. Ciò che emerge con chiarezza è proprio questa rilevanza dell'empatia e della passione ch...

    – francesco morace

    PreSentimento 100. Valorizzare la simpatia

     13 febbraio 2011. In questo momento difficile per il nostro Paese è importante non lasciare la forza della simpatia nelle mani di chi ne stravolge il senso e il significato. Va bene la coscienza critica ma senza mai dimenticare la grazie e l'empatia. Abbiamo ancora 4 anni per lavorare seriamente su questo terreno. Data del presentimento: 13 febbraio 2008 "La pizza rappresenta la metafora alimentare più vicina all'Intelligenza Relazionale: socialità saporita, accessibile e flessibile attraverso ...

    – francesco morace

1-10 di 19 risultati