Ultime notizie:

Richard Ford

    «Wildlife», l'esordio alla regia di Paul Dano scuote il Torino Film Festival

    Dopo aver emozionato il Sundance Film Festival e la Croisette di Cannes, arriva al Torino Film Festival «Wildlife», esordio alla regia di Paul Dano, celebre attore americano noto per aver lavorato in film come «Little Miss Sunshine», «Il petroliere» o il più recente «Okja».Madre, padre e figlio

    – di Andrea Chimento

    Il banchiere Vitale: «Inge Feltrinelli, anima dell'azienda e di Milano»

    «Inge Feltrinelli è stata una donna di cultura e di società che ha saputo dare un'anima alla casa editrice. I primi due elementi potevano essere naturali, quasi scontati. Il terzo elemento non lo era. Quest'anima è la sua maggiore eredità. Per la casa editrice e per la sua famiglia, per la nostra

    – di Paolo Bricco

    «Wildlife», il toccante esordio alla regia di Paul Dano a Cannes

    Dopo aver stupito tutti al Sundance Film Festival, arriva a Cannes il toccante «Wildlife», esordio alla regia di Paul Dano, celebre attore americano noto per aver lavorato in film come «Little Miss Sunshine», «Il petroliere» o il più recente «Okja».

    – di Andrea Chimento

    Un'amicizia, un amore: quando il male è «naturale» come il bene

    «Perché a me son sempre piaciuti più quelli che ci provano di quelli che ci riescono», dice Giuseppe a Valerio. E' in queste parole la poetica di Roberto Camurri, il suo modo di guardare il mondo. Un mondo di appassionati resistenti al male, agli eventi, alla morte, quello che Camurri racconta nel

    – di Serena Uccello

    Il Salone di Torino apre i «Confini» e ospita mille editori

    Edizione numero trenta. Frutto di un percorso in salita - prima la prova governance poi lo strappo di Milano - e che mette in campo un programma da salone maturo, più internazionale del passato, in grado di coinvolgere per cinque giorni luoghi sparsi in mezza Torino. L'appuntamento con il Salone

    – di Filomena Greco

    Dovete leggerlo adesso

    La prima volta che ho sentito parlare di Denis Johnson è stata qualche anno fa durante un'intervista a Cat Power. Le avevo chiesto com'era vivere a Miami e

    – di Claudia Durastanti

    Non mollare mai, la regola di antonio monda

    Insegna cinema a New York, scrive su Repubblica, produce documentari, organizza festival letterari e di cinema sia in Italia che a Manhattan, ha pubblicato

    – di Francesco Pacifico

    Fatalismo criminale

    Avete mai notato che la voce di uno scrittore attempato sembra giungere da un luogo remoto? Non so come sia invecchiare per un funzionario delle poste o per un

    – di Alessandro Piperno

    Nesi e l'economia dell'immaginazione

    Nostalgico di «quella cosa densa, quasi solida» che è il rumore di una tessitura (quella dell'azienda di famiglia che ha venduto), Edoardo Nesi, premio Strega

    Saghe sul popolo del libro

        Due romanzi che affrontano, in modo diverso ma non tanto, il tema della saga ebraica. Il primo La fine degli ebrei di Adam Mansbach intreccia tre storie di tre artisti ebrei in tre periodi diversi. Romanzo generazionale che gioca sull'identità ebraica in america, il melting pot culturale e la musica. Il secondo, L'imbattibile Walzer di Howard Jacobson, storia di Oliver Walzer, un campione di ping pong nella Manchester del dopoguerra. Romanzo comico su uno sport molto minoritario che...

    – nicola villa

1-10 di 16 risultati