Le nostre Firme

Riccardo Sorrentino

Redattore |  LinkedIn |

Riccardo Sorrentino lavora al Sole 24 Ore dal 1992. Si occupa di economia internazionale, con particolare attenzione ai dati macroeconomici e alla politica monetaria, e di Francia. Da lifelong learner ha acquisito tra l’altro competenze, certificate, in Data Science, in Deep learning e, attraverso l’Institute for Capacity Development del Fondo monetario internazionale, su temi macroeconomici e finanziari [1][2][3][4] [5]. Il suo blog è Oltre i confini.

Come inviato ha visitato diversi paesi per raccogliere interviste e scrivere reportage. È stato in Olanda (l’Aja), negli Stati Uniti (Atlanta), più volte in Islanda (Reykjavik) per seguirne la crisi fin dal 2006, in Ungheria (Budapest), a Singapore, in Indonesia (Jakarta), in India (Mumbai), in Norvegia (Oslo), in Thailandia (Bangkok), in Pakistan (a Islamabad e nel Kashmir), in Armenia (Yerevan), in Liechtenstein per seguire lo scandalo fiscale, in Romania (Bucarest), in Slovacchia (Bratislava), in Lettonia (Riga). Ha intervistato, tra molti altri, il primo ministro olandese Wim Kok, il mentor minister di Singapore, l’ex premier Lee Kuan Yew, il primo ministro portoghese Antonio Costa e diversi Governatori di Banche centrali.

Nell’inverno 2003-2004 e nell’estate 2006 ha lavorato nella redazione di New York del Sole 24 Ore, e nell’estate 2012 a Francoforte, seguendo temi economici, finanziari e politici.

Dal 1992 al 1999, nella redazione Finanza, ha seguito il settore assicurativo italiano ed estero, oltre a temi di finanza internazionale, e i mercati dei bond internazionali.

Ha avuto a lungo una rubrica settimanale – Lente d’ingrandimento – sull’edizione della domenica.

Nato a Torre del Greco nel 1964, ha studiato all’Istituto per la formazione al giornalismo di Milano. Ex pilota di aliante, passa gran parte del suo tempo libero leggendo libri di economia, filosofia, storia e scienze sociali e ascoltando musica classica. Ama viaggiare (ha passato tre settimane nel deserto mauritano nel 2003).

  • Luogo: Milano
  • Lingue parlate: Italiano, francese, inglese
  • Argomenti: Economia internazionale, politica monetaria, dati macroeconomici, Francia

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Riccardo Sorrentino

    Assignats e ghigliottine, come i mini-Bot francesi scatenarono il Terrore

    L'emissione di moneta fiscale, associata a una tassazione semplificata, determinò una violenta inflazione e sommosse popolari che solo la dittatura del Comitato di salute pubblica riuscì a domare imponendo invano la pena di morte per chi rifiutasse i minicertificati

    – di Riccardo Sorrentino

    La Fed tiene fermi i tassi ma apre a un prossimo taglio

    La Federal Reserve ha tenuto fermi i tassi al 2,25-2,5%, ma l'orientamento di politica monetaria è stata leggermente modificato: le «incertezze sulle prospettive sono aumentate», dice il comunicato, mentre è saltata la parte in cui la Fed appariva «paziente» nel determinare i futuri aggiustamenti

    – di Riccardo Sorrentino

    Perché la guerra dei dazi mette in difficoltà la Fed

    Cederà, o no? Le pressioni di Donald Trump sulla Federal reserve diventano sempre più forti, mentre le tensioni protezionistiche - create dal nulla dalla Casa Bianca - continuano a porre rischi alla crescita. Tutto sembra spingere la banca centrale Usa verso l'apertura di una nuova fase espansiva o

    – di Riccardo Sorrentino

    Bce, tassi fermi più a lungo e una Tltro «politica» per sostenere l'inflazione

    Il messaggio della Banca centrale europea è netto: la politica monetaria deve affrontare con energia la flessione delle aspettative di inflazione. Le decisioni prese, all'uninimità, nella riunione di giugno puntano tutte in questa direzione. La forward guidance è stata prolungata: i tassi

    – di Riccardo Sorrentino

    Fed e dazi: perché è un errore rispondere con un taglio dei tassi

    Le Borse festeggiano. Il presidente della Federal reserve, Jerome Powell, ha fatto capire di essere pronto a tagliare i tassi di interesse nel caso in cui le tensioni commerciali dovessero comprimere l'attività economica. Non è stato esplicito, ma nel momento in cui dichiara che la banca centrale è

    – di Riccardo Sorrentino

    Né crescita né debito, perché la Bce torna a concentrarsi sull'inflazione

    E' piena di aspettative, la riunione di giugno della Banca centrale europea. Analisti e investitori attendono i dettagli delle Tltro, ma anche una nuova valutazione della situazione macroeconomica, soprattutto dopo gli ultimi dati sull'inflazione, che sembrano segnalare un allontanamento

    – di Riccardo Sorrentino

    Europee, Francia: Le Pen sorpassa Macron ma non «sfonda» e perde un seggio

    Una innegabile sconfitta. Una vittoria apparente. Emmanuel Macron e Marine Le Pen conquistano lo stesso numero di seggi: 23, dopo Brexit. I dati definitivi del voto francese mostrano che Prenez le pouvoir, la lista sostenuta dal Rassemblement National di Le Pen è il primo partito con il 23,31%, dal

    – di Riccardo Sorrentino

    Ue, Usa, Giappone: l'economia che va meglio negli ultimi 20 anni

    E' nata per cementare la pace. Si è allargata, dopo la fine dell'Unione sovietica, per sottrarre alla Russia, che è rimasta una grande potenza politica e militare, una possibile area di influenza se non di egemonia. E' oggi il meno accentrato degli imperi, in grado di competere anche con Stati Uniti

    – di Riccardo Sorrentino

1-10 di 1172 risultati