Le nostre Firme

Riccardo Sorrentino

Redattore |  LinkedIn |

Riccardo Sorrentino lavora al Sole 24 Ore dal 1992. Si occupa di economia internazionale, con particolare attenzione ai dati macroeconomici e alla politica monetaria, e di Francia. Da lifelong learner ha acquisito tra l’altro competenze, certificate, in Data Science, in Deep learning e, attraverso l’Institute for Capacity Development del Fondo monetario internazionale, su temi macroeconomici e finanziari [1][2][3][4] [5]. Il suo blog è Oltre i confini.

Come inviato ha visitato diversi paesi per raccogliere interviste e scrivere reportage. È stato in Olanda (l’Aja), negli Stati Uniti (Atlanta), più volte in Islanda (Reykjavik) per seguirne la crisi fin dal 2006, in Ungheria (Budapest), a Singapore, in Indonesia (Jakarta), in India (Mumbai), in Norvegia (Oslo), in Thailandia (Bangkok), in Pakistan (a Islamabad e nel Kashmir), in Armenia (Yerevan), in Liechtenstein per seguire lo scandalo fiscale, in Romania (Bucarest), in Slovacchia (Bratislava), in Lettonia (Riga). Ha intervistato, tra molti altri, il primo ministro olandese Wim Kok, il mentor minister di Singapore, l’ex premier Lee Kuan Yew, il primo ministro portoghese Antonio Costa e diversi Governatori di Banche centrali.

Nell’inverno 2003-2004 e nell’estate 2006 ha lavorato nella redazione di New York del Sole 24 Ore, e nell’estate 2012 a Francoforte, seguendo temi economici, finanziari e politici.

Dal 1992 al 1999, nella redazione Finanza, ha seguito il settore assicurativo italiano ed estero, oltre a temi di finanza internazionale, e i mercati dei bond internazionali.

Ha avuto a lungo una rubrica settimanale – Lente d’ingrandimento – sull’edizione della domenica.

Nato a Torre del Greco nel 1964, ha studiato all’Istituto per la formazione al giornalismo di Milano. Ex pilota di aliante, passa gran parte del suo tempo libero leggendo libri di economia, filosofia, storia e scienze sociali e ascoltando musica classica. Ama viaggiare (ha passato tre settimane nel deserto mauritano nel 2003).

  • Luogo: Milano
  • Lingue parlate: Italiano, francese, inglese
  • Argomenti: Economia internazionale, politica monetaria, dati macroeconomici, Francia

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

Ultimi articoli di Riccardo Sorrentino

    Bce, a che punto è il quantitative easing 2?

    Annunciato da Mario Draghi a settembre, il secondo programma di acquisto di titoli non ha ancora manifestato grandi effetti sulle condizioni monetarie

    – di Riccardo Sorrentino

    Lagarde alla Bce, perché c'è il rischio di una banca centrale «politica»

    La nuova presidente ha modificato la comunicazione della Banca centrale lasciando intravvedere un ruolo politico ampio per un'organizzazione che ha uno spiccato carattere tecnico e obiettivi abbastanza precisi da poter diventare anche un criterio di valutazione del suo operato

    – di Riccardo Sorrentino

    Pil nominale, qual è l'obiettivo «nascosto» di Fed e Bce

    Le due maggiori banche centrali non riescono a centrare il bersaglio dell'inflazione al 2% ma le loro strategie hanno mantenuto il pil nominale, che tiene conto di prezzi e produzione, lungo un sentiero che corre a una velocità molto stabile: +3,2% per Eurolandia, +4% per gli Usa

    – di Riccardo Sorrentino

    Taglio Fed, ecco perché i tassi Usa ora prendono una pausa

    Dopo tre riduzioni del costo del credito, la Banca centrale Usa passa in modalità «wait and see» per verificare gli effetti della sua manovra, finora descritta come una misura di risk management contro le incertezze globali

    – di Riccardo Sorrentino

    Nato, Wto, Fmi: l'inesorabile declino delle organizzazioni internazionali

    L'emergere del bipolarismo Usa-Cina - diverso da quello Usa-Urss perché comunque integrato - spinge a un profondo ripensamento delle istituzioni che hanno accompagnato l'emergere della iperpotenza statunitense e la politica di globalizzazione

    – di Riccardo Sorrentino

    Nato, dopo 70 anni funziona ancora l'Alleanza Atlantica?

    Nata per contenere l'espansione dell'Unione sovietica, l'Alleanza ha conservato la funzione di tenere sotto controllo la Russia, nano economico e gigante militare. La strategia Pacifica degli Stati Uniti ora mette un po' in crisi la sua tenuta

    – di Riccardo Sorrentino

    Sistemi presidenziali e libertà economiche, un rapporto difficile

    Democrazia o economia? Entrambe. In un precedente post è stato esaminato il rapporto tra sistemi parlamentari e presidenziali (in senso ampio) e livelli di democrazia, di diritti civili e di pil pro capite. Potrebbe sembrare una scelta ideologica (ma non lo è: alla base c'è solo un'ipotesi di lavoro da confutare o corroborare). Vale allora la pena di esaminare le cose anche da un diverso punto di vista: il rapporto tra sistemi costituzionali e l'indice di libertà economica, elaborato dalla Herit...

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 1222 risultati