Ultime notizie:

Riad Salameh

    Il petrolio di Beirut

    La foto di una petroliera nella rada di Beirut, davanti allo skyline stagliato contro il cielo blu, che un tempo rappresentava il dinamismo corsaro della città. Da lontano sembra sempre così ma solo il cielo è ancora lo stesso: da vicino Beirut sembra una metropoli colpita da una pandemia devastante o da un'invasione degli alieni. In un certo senso la petroliera era solo un messaggio pubblicitario: arriva la benzina, dono dell'Iran, via Siria ed Hezbollah. Per evitare le sanzioni americane cont...

    – Ugo Tramballi

    Incalzato dalle proteste, si dimette il primo ministro libanese Hariri

    Il 49enne sunnita Hariri getta la spugna dopo tredici giorni di proteste che hanno riempito strade e piazze. Nemmeno l'annuncio fatto il 21 ottobre di un piano di riforme economiche con la nuova legge di bilancio è bastato a sedare le manifestazioni

    – di Roberto Bongiorni

    Le nuove primavere pacifiche e incerte del mondo arabo

    Dalle coste del Nord Africa, passando per il Libano, arrivando fino all'Iraq, milioni di arabi sono scesi in piazza da mesi. La protesta è, nella maggior parte dei casi, pacifica. L'esito incerto. I nuovi rivoluzionari sanno che devono aver pazienza. Perché questa volta lotteranno da soli. Memori di quanto avvenuto nel 2011, i Paesi occidentali appaiono reticenti ad appoggiare la loro causa

    – di Roberto Bongiorni

    Iran più forte in Libano con Hezbollah

    Sono le cinque e mezza del pomeriggio. Una lunga raffica di kalashnikov e colpi di artiglieria esplode nel cielo sopra Beirut. E' il segnale. Hassan Nasrallah, il leader del movimento sciita Hezbollah (in arabo significa il Partito di Dio) si appresta ad iniziare il suo atteso discorso televisivo.

    – di Roberto Bongiorni

    Voto in Libano, avanza il movimento sciita Hezbollah

    L'unico dato certo per ora è la (deludente) affluenza. Sotto il 50 per cento. Ancora meno delle ultime elezioni politiche, nove anni fa, quando si era fermata al 54 per cento. Un segno che i libanesi si sono disaffezionati a un classe politica incapace di dare loro delle risposte concrete e

    – di Roberto Bongiorni

    Libano, la carica delle candidate donne che sfidano i settarismi

    Il tono è gentile, i modi affabili. Ha 37 anni, eppure in jeans e polo bianca somiglia più a una neo laureata che a una dirigente di un'azienda privata dell'aeronautica civile. Ma quando Nadine Itani illustra il programma elettorale, i cambiamenti che lei espone, con passione, farebbero balzare

    – di Roberto Bongiorni

1-10 di 15 risultati