Ultime notizie:

Renzi-Boschi

    Zingaretti: governo forte o meglio votare. Di Maio: decide il Colle

    Per il segretario dem Nicola Zingaretti «o nel corso delle consultazioni si verificano le condizioni per un governo forte e di rinnovamento anche nei contenuti o è meglio il voto». Ieri il M5S ha chiuso definitivamente la porta alla riconciliazione con Matteo Salvini, nonostante il suo tentativo di ricucire con gli alleati con un appello in diretta Facebook perché si ritorni al «tavolo e si lavori».

    Taglio dei parlamentari, il duello sui tempi di attuazione

    Salvini spiazza il Movimento 5 Stelle sulla riduzione di senatori e deputati: per il leader della Lega si può anticipare il via libera definitivo alla riforma che però non impedisce di tornare subito al voto. Dietro la mossa leghista un'interpretazione diversa dell'articolo 4

    – di Riccardo Ferrazza

    Sulle Regioni evitiamo pasticci in salsa provinciale

    Non fosse altro perché si discute dell'attuazione di un articolo della Costituzione, bisognerebbe evitare le opposte demagogie e, appunto, mettere sul piatto un confronto serio. La posta in gioco è alta e andrebbe salvata dai gorghi della campagna elettorale permanente.

    – di Guido Gentili

    Referendum propositivo, alla Camera 270 emendamenti. Nessuno della Lega

    Ssono circa 270 gli emendamenti presentati in prima commissione alla Camera al ddl della maggioranza per la riforma costituzionale che introduce il referendum propositivo senza quorum. Un cavallo di battaglia del M5S, ma anche uno dei tanti temi divisivi dell'alleanza di governo, dalla gestione dei

    – di Vittorio Nuti

    Referendum, la Consulta stoppa il ricorso sul voto estero: questione inammissibile

    Nessuna querelle in punta di diritto sul voto estero a ridosso delle elezioni Politiche del 4 marzo. Oggi, la Corte costituzionale ha di fatto archiviato, dichiarandola inammissibile, la questione di legittimità costituzionale relativa ad alcune norme della legge n. 459/2001 sul voto all'estero per

    – di Vittorio Nuti

    De Benedetti alla Consob: «Ecco cosa mi ha detto Renzi sulle Popolari»

    «Allora, con le nostre controparti ... avevamo fatto 620 milioni, di cui le Popolari solo 5. Tutte le altre operazioni hanno il taglio di 20, ma se io avessi saputo, avrei fatto 20 anche sulle Popolari, o di più, e ho fatto meno! Cioè è una roba che è un controsenso. Cioè questa è la prova provata

    – di Lorenzo Bagnoli* e Angelo Mincuzzi

    Elezioni senza sbocco se manca una vera svolta della politica

    Il prossimo 4 marzo andremo a votare per il rinnovo dei due rami del Parlamento. Una data storica. Perché proprio il 4 marzo 1848 Carlo Alberto promulgò lo Statuto. Dopo di che, a meno di un miracolo, sarà buio pesto. Per chissà quanto tempo non avremo un governo. Nessuna maggioranza sembrerebbe

    – di Paolo Armaroli

1-10 di 34 risultati