Aziende

Recordati

Recordati č un gruppo europeo attivo nella ricerca, nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di prodotti farmaceutici. E’ quotata alla borsa di Milano dal 1984 dove č presente nell'indice FTSE MIB.

Recordati si avvale (dati aggiornati al 2016) della collaborazione di quasi 4000 dipendenti, con un fatturato di 1154 milioni di euro.

L’azienda si propone come partner di riferimento per l'acquisizione di nuove licenze ed č impegnata nella ricerca di farmaci innovativi nell'area cardiovascolare e genito-urinaria.

Recordati č stata fondata da Giovanni Recordati nel 1926 a Correggio (in provincia di Reggio Emilia) con il nome di Laboratorio Farmacologico Reggiano. Negli anni Sessanta la societą si č sviluppata, indirizzandosi verso il settore della chimica farmaceutica e nel 1984 č entrata alla Borsa Valori di Milano.

Nel 1996 l’azienda ha avviato l’attivitą commerciale nel Regno Unito, mentre nel 2005 č approdata in Germania, Grecia e Irlanda. Nel corso degli anni, Recordati ha fatto investimenti nel settore della ricerca, producendo anche farmaci con marchio proprio e ramificando le proprie sedi nel mercato europeo ed extraeuropeo.

Nel 2014 Recordati ha firmato un accordo con Apricus Biosciences Inc., societą farmaceutica con sede a San Diego, U.S.A.

Nel 2015 l’azienda farmaceutica prosegue il processo di internazionalizzazione delle attivitą legate al trattamento ed alla cura delle malattie rare, con la costituzione di nuove filiali in Brasile, Messico e Colombia.

Nel maggio del 2016 viene perfezionata l’acquisizione della societą farmaceutica Italchimici S.p.A. che commercializza soluzioni terapeutiche principalmente nelle aree della gastroenterologia e delle patologie respiratorie.

Presidente del gruppo č dal 16 agosto del 2016 Alberto Recordati, mentre amministratore delegato e vicepresidente č Andrea Recordati.

Ultimo aggiornamento 16 maggio 2017

ARGOMENTI CORRELATI: Sanitą | Giovanni Recordati | Prodotto farmaceutico | Reggio Emilia | Borsa Valori | Milano |

Ultime notizie su Recordati

    Il caso Huawei scuote le Borse. Piazza Affari a -3,5%, spread sfiora i 300 punti

    Il caso Huawei scombussola la giornata dei mercati finanziari europei, accompagnato da un'ulteriore correzione del petrolio nel primo giorno del meeting Opec, porta a perdite tra il 3% e il 4% per i principali indici continentali. Piazza Affari ha terminato le contrattazioni con una flessione del

    – di Chiara Di Cristofaro e Andrea Fontana

    Stacco cedola per Terna e altre 4 big, pesa per lo 0,18% sul Ftse Mib

    Acconti cedola invece per Terna (0,0787 euro per azione), che arretra dell'1% circa in Borsa, Banca Mediolanum (0,2 euro per azione) che cede l'1,46%, Tenaris (0,13 dollari per azione) che scende dell'1% e Recordati (0,45 euro per azione) che cala dello 0,62%.

    – di Andrea Fontana

    Lo spread risale a 321 in vista della bocciatura Ue. Altro crollo del Nasdaq (-3%)

    In avvio di seduta comunque Piazza Affari, +0,8% il Ftse Mib, č la migliore nonostante il freno costituito dallo stacco cedola di cinque big del listino (Mediobanca, Banca Mediolanum, Terna, Recordati e Tenaris) che pesa per 34 punti in partenza sull'indice Ftse Mib, pari allo 0,18%.

    – di Andrea Fontana e Stefania Arcudi

    Recordati, ipotesi di evasione per 400 milioni. Indagine della procura di Milano

    L'ipotesi di una «esterovestizione» della multinazionale farmaceutica Recordati ha portato la Procura della Repubblica di Milano ad aprire una inchiesta. L'imponibile evaso si aggirerebbe sui 400 milioni di euro e ora il gruppo, fondato a Coreggio (Reggio Emilia) nel 1926, si sta confrontando con

    – di Ivan Cimmarusti

    Borse, pesa lo scontro Italia-Ue. Milano chiude in rosso, spread a 313

    Le Borse europee chiudono in territorio negativo una seduta nervosa in parallelo all'inversione di rotta (in rosso) di Wall Street. Pesa, a Piazza Affari e non solo, anche il perdurare dello scontro tra Italia e Commissione Ue sulla manovra con Austria e Olanda che hanno chiesto l'avvio della

    – di Cheo Condina

    Piazza Affari (+0,2%) in coda all'Europa, spread in calo a 305

    Chiusura in vivace rialzo per le Borse europee, incoraggiate anche dal recupero di Wall Street. Milano, tuttavia, č rimasta indietro, con il FTSE MIB in rialzo solamente dello 0,27%. Piazza Affari ha risentito dei dati macro deludenti: dopo quello sul pil del terzo trimestre di ieri, la cui

    – di Eleonora Micheli

    Piazza Affari in apnea, lo spread sale a 311. Wall Street chiude in rialzo

    Chiusura debole per le Borse europee con l'Italia che ancora una volta č fonte di preoccupazione visto che l'economia italiana nel terzo trimestre 2018 ha accusato una battuta d'arresto con crescita zero, ponendo fine a un periodo di espansione iniziato oltre tre anni fa. Il dato sul pil ha posto

    – di Eleonora Micheli

    Recordati, 500 milioni per l’M&a. Nel mirino la crescita all’estero

    Il gruppo farmaceutico Recordati fa cassa in vista di possibili acquisizioni future. Secondo indiscrezioni l'azienda milanese, guidata da Andrea Recordati e nel cui azionariato č pronto a fare il suo ingresso il fondo internazionale Cvc Capital, ha chiesto linee di finanziamento per circa 500

    – di Carlo Festa

    Recordati, 500 milioni da Intesa Sanpaolo per fare acquisizioni

    Il gruppo farmaceutico Recordati fa cassa in vista di possibili acquisizioni future. Secondo indiscrezioni l'azienda milanese, guidata da Andrea Recordati e nel cui azionariato č pronto a fare il suo ingresso il fondo internazionale Cvc Capital, ha chiesto linee di finanziamento per circa 500 milioni di euro a un pool di banche: tra queste, secondo i rumors, ci sarebbe anche Intesa Sanpaolo. Come verranno utilizzati i 500 milioni di euro in questione? Da Recordati arriva un «no comment» sulla no...

    – Carlo Festa

1-10 di 218 risultati