Ultime notizie:

Recep Erdogan

    Demoni libanesi

    Quindici anni di guerra civile, dal 1975 al '90, non erano stati capaci di distruggere il porto di Beirut e i quartieri limitrofi quanto la sola esplosione del 4 agosto dell'anno scorso. Questo, dunque, dovrebbe essere un anniversario per ricordare le vittime e celebrare una ricostruzione. Più dell'aeroporto, il porto di Beirut è il principale ingresso di un'economia soprattutto finanziaria, che non produce quasi nulla e acquista dall'estero quasi tutto. Dovrebbe essere al centro dell'interesse...

    – Ugo Tramballi

    Verso il voto - I Grandi Elettori fuori dall'America

    Vladimir Putin? "Una persona eccezionale". Recep Erdogan? "Sono un grande fan". Rodrigo Duterte? "Ha fatto un lavoro incredibile". Con Kim Jong Un "ci siamo innamorati". E Xi Jinping? "Presidente a vita... Penso sia grande. Forse dovremmo provarci, un giorno". Appare scontato che i grandi elettori di queste elezioni stiano dalla parte di Donald Trump: non quelli degli stati americani ma i dittatori e i populisti di tutto il mondo, uniti per sostenere e/o desiderare la sua rielezione. Quando lo ...

    – Ugo Tramballi

    Così la Turchia di Erdogan si allontana sempre più dall'Europa

    Trivellazioni nel Mediterraneo e questione cipriota: Ankara oggi non guarda più né all'approdo nell'Unione né al rispetto delle sue regole e valori, compresi democrazia, diritti umani e leggi internazionali

    – di Adriana Cerretelli

    Pandemia di despoti parte prima

    Alexander Lukashenko che scende dall'elicottero con passo determinato, un Kalashnikov in mano e un gilet tattico da combattimento, con i porta-caricatori pieni. Era la sua risposta alle decine di migliaia di bielorussi scesi pacificamente in strada a protestare. Così ridicolo da sembrare Sacha Baron Coen che fa la parodia di Alexander Lukashenko. Invece era reale: l'immagine che rappresenta il nostro tempo. Per oltre vent'anni abbiamo chiamato Lukashenko "l'ultimo dittatore europeo". Da tempo ...

    – Ugo Tramballi

    Perché Santa Sofia a Istanbul dovrebbe essere di tutti

    Prima cattedrale, poi moschea, poi museo e ora di nuovo moschea: Hagia Sophia in 1.500 anni è stata uno dei luoghi della Terra che più ci ha consentito di essere connessi con l'infinito. Ma la svolta di Erdogan la renderà un po' meno universale

    – di Ugo Tramballi

    Tripoli bel suol d'amore

    Da un tempo esagerato per governi che devono decidere cosa fare con un problema molto importante, noi e i francesi ci accapigliamo per la Libia. Come se quel tempo fosse infinito, come se ancora le vecchie potenze - loro più potenza di noi - potessero in qualche modo dettare i loro interessi sulla quarta sponda, ed essere ascoltati. Mentre litigavamo, davanti a nostri occhi i paesi arabi della regione sceglievano il loro campione libico in Tripolitania o Cirenaica, e lo riempivano di armi, cann...

    – Ugo Tramballi

1-10 di 57 risultati