Ultime notizie:

Re-Bello

    Carta riciclata, scarti come materie prime, mercatini e la lana alternativa: ecco i campioni dell'economia circolare a NordEst

    Eco-design, carta riciclata prodotta da scarti agroalimentari, moda etica ed sostenibile con materiale tessile scartato dai grandi brand, un mercatino che recupera oggetti usati? sono solo alcuni esempi di economia circolare in Veneto. Una ricognizione è stata fatta da Ecodom, il principale Consorzio italiano per il recupero dei RAEE ( i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) che insieme a CDCA (Centro di Documentazione sui Conflitti Ambientali in Italia) sta raccogliendo esperie...

    – Barbara Ganz

    Le startup del fashion valgono pochino (per i venture capital)

    E' da sempre uno dei settori trainanti del Made in Italy e, secondo i dati della Camera nazionale della moda italiana, anche uno di quelli che nel 2017 ha avuto una crescita positiva. Il mondo fashion e del lusso - che proprio in questi giorni sta andando in scena sulle passerelle milanesi - si appresta infatti a chiudere il 2017 con vendite per 87 miliardi di euro, in crescita di quasi il 3% rispetto al 2016. Si tratta di dati incoraggianti di cui, però, non sembrano aver beneficiato le startu...

    – Infodata

    Fashion tech, Re-Bello in cerca di partner strategici

    Sostenibilità unita al design italiano. E' la rivoluzione di Re-Bello, la startup del fashion che ha fatto dell'innovazione il proprio "credo" puntando sull'introduzione di nuovi tessuti eco-sostenibili proposti attraverso prodotti alla moda. «Avevo terminato un master in creazione d'impresa a

    – di Tiziana Pikler

    La moda di Re-bello piace agli investitori

    «Volevamo ispirare gli amanti della moda, condurli verso un consumo più consapevole, senza però rinunciare allo stile. Abbiamo lanciato il brand nel 2012 e puntiamo a chiudere il 2016 con ricavi per 1,5 milioni di euro». Daniel Tocca ha fondato Re-bello insieme agli amici Daniel Sperandio ed

    La moda di Re-bello piace agli investitori

    «Volevamo ispirare gli amanti della moda, condurli verso un consumo più consapevole, senza però rinunciare allo stile. Abbiamo lanciato il brand nel 2012 e

    Obiettivo cento imprese per l'incubatore Tis

    Giovani aziende crescono all'ombra dei giganti delle Dolomiti. Accanto a leader ormai affermati a livello internazionale come Leitner, TechnoAlpin, Durst,

    – di Mirco Marchiodi

    Daniel e gli altri artigiani digitali. Da Bolzano il saper fare e l'hi-tech vanno "a rete unificata"

    Daniel Tocca, giovanissimo imprenditore bolzanino, all'età di ventiquattro anni ha fondato un'azienda con due suoi amici diventati soci. Oggi di anni ne ha ventisette, vive in parte all'estero ed esporta dall'Italia la moda nostrana in tutto il mondo. La sua azienda si chiama ReBello e lega all'artigianalità del prodotto e all'adozione di materiali eco-compatibili una spiccata propensione per l'uso di nuove tecnologie. Daniel realizza felpe e magliette in bambù, pianta regina della sostenibili...

    – Giampaolo Colletti