Ultime notizie:

Ralph Ellison

    Il Grande Romanzo Americano in 24 volumi

    Nathaniel Hawthorne, La lettera scarlatta (1850). Dopo una serie di racconti emblematici (A come allegoria), uno scrittore di mezza età (A come autore) esordisce nel romanzo con una storia sulla relazione tra una donna sposata e un uomo di chiesa (A come adulterio), con tanto di figliola. Analisi

    – Marco Rossari

    La penna intinta nel jazz

    Spesso i libri sulla musica più rivoluzionaria del Novecento sono biografie con lunghi elenchi di concerti. Ma è possibile intendere il ritmo letterario come improvvisazione

    – Filippo La Porta

    Uomo invisibile

     Con un po' di ritardo sulla ristampa di un anno fa (una ristampa quasi celebrativa per il primo anno obamiamo come sottolinea l'introduzione di Gallino, traduttore insieme a Fruttero), affronto quella che è considerata la vetta della narrativa afroamericana. Uomo invisibile di Ralph Ellison, uscito nel 1953, è anche l'esempio di un'opera prima e unica, insuperata e insuperabile per il suo autore stesso, costretto per tutta la vita a vivere nell'ombra del suo primo lavoro anche più di Salinger...

    – nicola villa

    Bird vive! e la sua ombra pure!

    Dopo Al posto della libertà - Breve storia di John Coltrane (e/o 2005) e Re in fuga. La leggenda di Bobby Fisher (Mondadori 2008), Vittorio Giacopini torna al jazz con questo Ladro di suoni, che sembra una sintesi dei precedenti, costruito sulla figura, ambigua e nevrotica, di Dean Benedetti, jazzista dilettante di origine italiana degli anni trenta e quaranta diventato mitomane di Charlie Parker e suo ufficiale registratore pirata di assoli e concerti su nastri andati persi, anche nella leggen...

    – nicola villa

    - Lo straniero 110-111 -

    AperturaL'uomo che ride   di          Heinrich Böll PersuasioniCambiare d'epoca di Europe écologie Il nostro modo di fare e di pensare di Daniel Cohn-Bendit B. (=Berlusconi) e P. (=Paradigma) di Vinicio Albanesi Pacchetto sicurezza ed escalation di destra di Giulio MarconImmigrati: i numeri, i simboli, le persone di Antonio Caponi I paradossi iraniani. Lettera dall'Iran di Annalena Di Giovanni I sette gnomi di Teheran di Ebrahim Nabavi incontro con Giuliano Battiston Orizzonti Dialettica della ...

    – nicola villa

    Lo straniero 110-111

    AperturaL'uomo che ride   di          Heinrich BöllPersuasioniCambiare d'epoca di Europe écologieIl nostro modo di fare e di pensare di Daniel Cohn-BenditB. (=Berlusconi) e P. (=Paradigma) di Vinicio AlbanesiPacchetto sicurezza ed escalation di destra di Giulio MarconImmigrati: i numeri, i simboli, le persone di Antonio CaponiI paradossi iraniani. Lettera dall'Iran di Annalena Di GiovanniI sette gnomi di Teheran di Ebrahim Nabavi incontro con Giuliano BattistonOrizzontiDialettica della liberazio...

    – nicola villa

    Lo straniero 104

    Segnalo il nuovo numero dello Straniero di Febbraio, il numero 104, perchè ricco di contenuti (tra cui due inediti: Le Carrè che si autointervista in esclusiva e Arthur Penn che scrive proprio alla rivista commentando la vittoria di Obama) e perchè a pagina 38 c'è una intervista fatta da me e, principalmente, da Alessandro Leogrande a l'Internazionale surfista, uno degli autori dell'Esercito del surf.Ecco l'indice completo:ApertureNero invisibileRalph Ellisonincontro con Marisa BulgheroniIntor...

    – nicola villa