Ultime notizie:

Raffaele Manica

    Alberto Arbasino, ultimo gran lombardo

    La sua vicenda di scrittore resta legata a filo doppio con quel segmento di epoca, ma è probabile che egli abbia attraversato a modo suo quell'epoca ormai lontana ai nostri occhi, vestendo i suoi panni e non quelli di altri, fino a dare una propria veste a quel che è la forma romanzo, dove - scrive Raffaele Manica nell'introduzione al primo volume dei Meridiani (2009) - «le citazioni sostituiscono l'intreccio o l'avventura del romanzo tradizionale: sono altre avventure verso altri mondi, noti...

    – di Giuseppe Lupo

    La nuova critica degli anni '90

    Ricordo perfettamente il mio primo incontro con Silvio Perrella. Era il maggio del 1991, salone del libro di Torino. Ero perplesso su quasi tutto e non molto allegro. Il passato novecentesco si allontanava con una definitiva accelerazione. L'anno prima erano morti Caproni e Moravia, stavo scrivendo

    – di Alfonso Berardinelli

    Tutto all'improvviso è immobile

    Napoli, 24 Gennaio 2018 Caro Diario, stasera Stefano ha presentato Tutto all'improvviso è immobile, il libro che raccoglie le sue poesie, compresa quella che ti ho fatto leggere poco più di due anni fa, la trovi a pagina 88. Ora tu lo sai, io con le poesie non ci prendo tanto, sono più uomo di saggi e di racconti, però ti assicuro che è stato bellissimo. Certo, un poco ha influito Piazza Dante, che a quelli come me ricorda tante cose, e un poco anche il posto, Il Tempo del vino e delle rose, ma...

    – Vincenzo Moretti

    Alberto Arbasino, il pasticheur lombardo

    Tra «chicchere e chiacchiere», Arbasino, nello Specchio delle mie brame, imbandisce un menu di ghiotti aneddoti. Il servizio prevede leggerezza, sbadata in

    – di Salvatore Silvano Nigro