Persone

Raffaele Cantone

Raffaele Cantone è nato il 24 novembre del 1963 a Napoli ed è un magistrato italiano, in aspettativa dal 27 marzo 2014 ed attualmente Presidente delll'Autorità Nazionale Anticorruzione.

Cresciuto a Giugliano in Campania (NA) Raffaele Cantone è entrato in magistratura nel 1991, prestando fino al 1999 l'incarico di sostituto procuratore presso il tribunale di Napoli.

Successivamente è entrato a far parte della Direzione distrettuale antimafia napoletana, dove è rimasto fino al 2007.

Cantone ha svolto importanti indagini sul fronte camorristico riuscendo ad ottenre la condanna all'ergastolo per alcuni dei più importanti capi del clan camorristico dei casalesi, tra i quali Francesco Schiavone (meglio noto come Sandokan e recentemente deceduto) Francesco Bidognetti, Walter Schiavone, Augusto La Torre e Mario Esposito. Le sue indagini lo hanno portato anche all'estero (Scozia, Germania e Romania) dove ha individuato, ad opera dei clan La Torre e Schiavone, un intensa attività di riciclaggio di denaro di provenienza illecita in attività imprenditoriali e beni immobili.

Dal 1999, a causa di un'indagine che ha individuato un progetto di attentato ai suoi danni predisposto dal clan dei Casalesi, è sottoposto a programma di tutela e dal 2003 viene scortato.

Nel 2011 è stato nominato, dall'allora Ministro per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione Filippo Patroni Griffi, componente della Commissione che elabora le prime proposte anticorruzione del governo Monti.

il 18 giugno del 2013 il Presidente del Consiglio dei ministri Enrico Letta lo nomina componente della task force per l'elaborazione di proposte in tema di lotta alla criminalità organizzata.

Per il suo impegno civile, gli è stata tributata la cittadinanza onoraria dei comuni di Cortona (AR) , Agerola (NA) e Sessa Aurunca (CE).

È presidente onorario del presidio di Libera di Giugliano, in provincia di Napoli, dedicato a Mena Morlando, giovane insegnante vittima innocente della camorra, uccisa nel 1980 durante una sparatoria tra clan camorristici rivali.

Il 27 marrzo del 2014 Raffaele Cantone viene nominato, dal Presidente del Consiglio dei ministri Matteo Renzi, presidente dell'Autorità Nazionale Anticorruzione, nomina confermata all'unanimità dalla commissione affari costituzionali del Senato.

E' sposato ed è padre di due figli.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Raffaele Cantone | Indagine | Napoli | Arezzo | Caserta | Enrico Letta | Filippo Patroni Griffi | Francesco Bidognetti | Mario Esposito | Matteo Renzi | Augusto La Torre | Pubblica Amministrazione | DDA | Senato | Mena Morlando | Walter Schiavone | Presidente del Consiglio dei ministri | Francesco Schiavone | Autorità Nazionale Anticorruzione | Monti |

Ultime notizie su Raffaele Cantone

    Dal crollo del Morandi al decreto per la ricostruzione, tutte le tappe giorno per giorno

    «Il sindaco Bucci, Commissario alla ricostruzione, concorderà direttamente con il presidente dell'Anac Cantone l'adozione di tutti gli opportuni accorgimenti per procedere in modo celere, trasparente e nel rispetto della legalità», aggiunge il... Cantone: c'è lacuna nel decreto legge Genova, mafia può infiltrarsi ... Lo ha rilevato il presidente dell'Anac Raffaele Cantone in audizione alla Camera, segnalando una «lacuna» del testo del provvedimento. «Non ritengo - ha detto Cantone - di...

    Bonafede: «Legge Severino cardine della lotta alla corruzione»

    L'evento, che si chiude oggi a Roma con l'intervento del presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione (Anac) Raffaele Cantone, è stato fortemente voluto da Paola Severino, ex ministro della Giustizia del governo Monti e presidente uscente del comparto anticorruzione dell'Osce.

    – di Ivan Cimmarusti

    Decreto Genova, via all'esame alla Camera

    In extremis, nel provvedimento sono rientrate anche le normative per i controlli antimafia nell'ambito degli appalti per la ricostruzione dopo il crollo del ponte Morandi, come auspicato sia dal presidente dell'Anticorruzione Raffaele Cantone e dal Procuratore nazionale antimafia, Federico Cafiero De Raho, che dalle opposizioni.

    – di Vittorio Nuti

    Genova, il procuratore antimafia: «Condivido allarme Cantone su rischio infiltrazioni»

    Commentando su richiesta dei cronisti l'allarme lanciato dal presidente di Anac Raffaele Cantone - considerando i poteri di deroga del commissario alla ricostruzione del ponte - il procuratore ha detto di condividerlo, sollecitando «una grandissima... Il primo a paventare la possibilità di un interessamento diretto della mafia alla ricostruzione del viadotto Morandi era stato proprio il 10 ottobre scorso il presidente dell'Autorità nazionale Anticorruzione (Anac) Raffaele Cantone in audizione...

    Ponte Genova, cosa sappiamo a 2 mesi dal crollo

    Possibili forse ulteriori modifiche per rispondere all'allarme del presidente dell'Anac, Raffaele Cantone, sulla possibilità di infiltrazioni della criminalità organizzata nei lavori.

    – di Maurizio Caprino

    Appalti, il Comune di Milano prepara la stretta in nome della trasparenza

    L'ultimo via libera si attende dall'Autorità nazionale anticorruzione: la segreteria generale di Palazzo Marino chiede infatti all'Anac di Raffaele Cantone un parere sulla legittimità di rifiutare la sottoscrizione di un contratto, in mancanza dell'indicazione dell'effettiva proprietà (art 20 d.lgs 21 novembre 2007).

    – di Raffaella Calandra

1-10 di 750 risultati