Ultime notizie:

Pripyat

    Chernobyl è un mondo in attesa

    Osservare le fotografie di Gerd Ludwig e capire perché i luoghi della catastrofe nucleare, segnati dall'abbandono e dalla ruggine, sfuggono all'immobilità

    – di Antonella Scott

    Un arco sul sarcofago: la sfida per «salvare» Chernobyl comincia 33 anni dopo

    Una struttura unica al mondo, finanziata dalla Bers e da 45 Paesi, ricopre il sarcofago costruito frettolosamente sopra il reattore distrutto la notte del 26 aprile 1986. E' solo il primo passo: la grande sfida ora è smantellare la vecchia copertura e affrontare il materiale radioattivo. Le risposte ancora mancano

    – dal nostro inviato Antonella Scott

    La notte in cui a Chernobyl persero il controllo del reattore n.4

    La fusione del nocciolo del reattore e i due scoppi che ne scoperchiarono il tetto, scaraventando in aria i vapori radioattivi, furono il risultato di errori umani, manovre sbagliate, difetti di progettazione e fatalità

    – dal nostro inviato Antonella Scott

    Uno scudo di acciaio per proteggere Chernobyl

    La luce in fondo al tunnel di Chernobyl è quella del sole. Due compagnie cinesi hanno confermato l'intenzione di costruire un impianto per la produzione di energia solare all'interno della zona proibita - i 30 km attorno alla centrale nucleare esplosa la notte del 26 aprile 1986 a causa di un test

    – di Antonella Scott

    Uno scudo di acciaio per proteggere Chernobyl

    La luce in fondo al tunnel di Chernobyl è quella del sole. Due compagnie cinesi hanno confermato l'intenzione di costruire un impianto per la produzione di energia solare all'interno della zona proibita - i 30 km attorno alla centrale nucleare esplosa la notte del 26 aprile 1986 a causa di un test

    – di Antonella Scott

    Trent'anni dopo, cosa resta della tragedia di Chernobyl

    Uno dei ricordi di Chernobyl che rimane più impresso nella mente sono le izbe della "exclusion zone", casette senza più abitanti su cui si avventano gli alberi, come serpenti, per soffocarle. Immagine simbolo di un luogo "liberato" dalla presenza umana, su cui la natura ha il sopravvento. Una

    – di Antonella Scott

    26 aprile 1986, ore 1,23 di notte: cronaca del disastro di Chernobyl

    La notte dell'incidenteLa notte del 26 aprile 1986, all'1.23, una serie di esplosioni distrusse il reattore nel Blocco 4 della centrale nucleare di Chernobyl, Ucraina (allora Urss). Un disastro attribuito a una tecnologia antiquata - un reattore sovietico di prima generazione, del tipo RBMK di

    – Antonella Scott

1-10 di 14 risultati