Ultime notizie:

Plastic Tax

    Manovra, ecco le 5 nuove tasse da pagare nel 2020

    Durante la nottata sono stati approvati diversi emendamenti cardine del provvedimento, come quelli relativi alla plastic tax, che è stata ridotta a 45 centesimi al chilo, alla sugar tax, che è stata rinviata a ottobre, e la Robin tax, cioè l'addizionale Ires salita del 3,5% per i concessionari di autostrade. Via libera anche alla rimodulazione della tassa sulle auto aziendali e alla tassa sulla fortuna, che sale al 20% sulle vincite oltre i 500 euro

    – di Andrea Gagliardi

    Manovra: plastic tax scende a 50 centesimi, si riduce l'incasso a 150 milioni nel 2020

    Slitta a luglio la tassa come annuciato dal Governo. Tetrapak esentati. Robin tax si applica solo ai concessionari dei trasporti ma sale al 3,5%. Salgono le accise su benzina e gasolio. Credito di imposta alle imprese che investono. Niente stretta sulle spese sanitarie: si potranno continuare a portare in detrazione indipendentemente dal reddito

    – di Ivan Cimmarusti

    Manovra: dalle ville storiche ai monopattini, la carica dei mini-ritocchi

    Nella lista 5 milioni per la tutela dell'ambiente alpino in Valle d'Aosta, 30 milioni per gli Lsu della Regione Calabria e oltre 4 milioni per lo sconto sulla determinazione del reddito delle partite Iva che commercializzano piante vive o prodotti della floricoltura. Due milioni nel 2020 per la ristrutturazione e messa in sicurezza del porto di Barletta

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

    Gratta&Vinci, Superenalotto e slot: sulle vincite lo Stato si prende il 20%

    Con un emendamento al disegno di legge alla manovra il Governo ricorre a una nuova stangata sul gioco dalle vincite al prelievo sulle slot. Gli oltre 300 milioni di maggiori entrate serviranno a far quadrare i saldi delle coperture necessari a ridurre la plastic tax, con un suo rinvio a luglio, e a far slittare a ottobre la tassa sulle bibite

    – di Marco Mobili e Marco Rogari

    Italia terza in Europa per il riciclo degli imballaggi

    Secondo "L'Italia del Riciclo", il Rapporto realizzato dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile e da Fise Unicircular (l'Unione imprese economia circolare) l'Italia sconta, invece, ancora un ritardo in termini di raccolta dei Raee (42%; 65% è l'obiettivo fissato per il 2019) e delle pile (42%, ultimo posto tra le potenze europee) e per il reimpiego e riciclo dei veicoli fuori uso, cresciuto di un solo punto percentuale in 10 anni (dall'82% all'83%)

    – di Andrea Carli

1-10 di 87 risultati