Ultime notizie:

Pierluigi Ciocca

    Ciocca e i mali del capitalismo da «lenire»

    Economista con una lunga carriera interna alla Banca d'Italia, abruzzese (è nato a Pescara nel 1941), Pierluigi Ciocca è il nome che Luigi Di Maio ha proposto a Matteo Salvini per il ministero dell'Economia del primo governo penta-leghista. E' l'alternativa a un altro economista con un passato a via

    – di R.Fe.

    Scacco al dopo-crisi in sette mosse

    Nonostante progressi recenti la debolezza dell'economia italiana permane, oltremodo preoccupante per i mercati, per l'intera Europa, soprattutto per il Paese. Anche se montasse la bava di recupero ciclico del Pil che è in atto (1,5%, se non meno), non v'è crescita. L'accumulazione e l'innovazione -

    – di Pierluigi Ciocca

    Nomine, Nava in pole position per la Consob

    Mario Nava, classe 1966, responsabile per istituzioni finanziarie della Commissione europea e già consigliere di Romano Prodi negli anni trascorsi a Bruxelles come presidente della Commissione (1999-2004) e nello staff di Mario Monti negli anni in cui era commissario Ue per il mercato interno

    – di Emilia Patta

    Visco: l'educazione finanziaria è la prima difesa per i risparmiatori

    «L'alfabetizzazione finanziaria dei risparmiatori, oltre a costituire per loro una prima difesa, rafforza l'ambiente in cui le diverse istituzioni sono chiamate a operare». Lo ha detto il governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, partecipando oggi alla cerimonia di intitolazione a Carlo

    – di Redazione online

    «Crescita»? Meglio parlare di «ripresina»

    L'incremento acquisito dal Pil italiano nella prima metà del 2017 rispetto al 2016 è dell'1,2%. Per l'intero anno 2017 l'incremento previsto dalla Banca d'Italia previsto è del 1,4%, ma di nuovo in lieve decelerazione successivamente (1,2% nel 2019).

    – di Pierluigi Ciocca

    La crescita non passa dal debito

    I brani del capitolo del libro di Matteo Renzi che Il Sole 24 Ore ha pubblicato meritano qualche commento. Non tanto per l'aspetto di contestazione dell'Europa e di alcuni suoi rappresentanti (e in proposito può dirsi che si può rifiutare l'inserimento nei trattati del fiscal compact con argomenti

    – di Pierluigi Ciocca e Vincenzo Visco

    Il lessico felpato di Visco, una vigilanza titubante e la spending da 50 miliardi

    In un Paese senza memoria, che dimentica in fretta, è altamente meritorio il ricordo di Carlo Azeglio Ciampi fatto dal Governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco nell'apertura delle Considerazioni finali, il consueto appuntamento di riflessione di fine maggio offerto dal massimo esponente della Banca d'Italia. Ciampi, scomparso il 16 settembre scorso, una vita in Via Nazionale, è ricordato così: "Entrato in Banca d'Italia nel 1946, ne fu Governatore dal 1979 al 1993. Appena nominato, dovett...

    – Beniamino Piccone

    Sette scelte decisive per ripartire

    Nonostante la tardiva bava di ripresa ciclica la condizione dell'economia italiana resta grave. Essa vive da anni un cedimento congiunto di domanda aggregata e d'offerta aggregata. Il vuoto di domanda emerge dall'eccesso del risparmio sull'investimento e dal surplus dei conti correnti con l'estero.

    – di Pierluigi Ciocca

    La Francia (con l'Italia) ora prema su Berlino

    Il nuovo Presidente francese - con governo e parlamento pur essi nuovi - è chiamato ad andar oltre la retorica combinazione di nazionalismo ed europeismo che, solo in Francia, fa vincere le elezioni. Al di là delle parole, della passeggiata al Louvre, della iconografia familiare ha di fronte a sé

    – di Pierluigi Ciocca

1-10 di 55 risultati