Persone

Pelé

Edson Arantes do Nascimento, noto in tutto il mondo col nome di Pelé, è nato il 23 ottobre del 1940 a Três Corações (Brasile) ed è un ex calciatore e direttore sportivo brasiliano, considerato da molti esperti della disciplina calcistica, il miglio giocatore di tutti i tempi.

La FIFA, il Comitato Olimpico Internazionale e l'International Federation of Football History & Statistics (IFFHSE), lo hanno nominato Calciatore del Secolo.

E' stato insignito, unico calciatore al mondo, del Pallone d'oro FIFA onorario.

Unico calciatore al mondo ad aver raggiunto questo primato, ha vinto con la Nazionale brasiliana, nel 1958, 1962 e 1970, tre edizioni del Campionato mondiale di calcio.

Ha il record del maggior numero di reti segnate in carriera 1281 in 1363 partite.

Figlio dell'ex calciatore Dondinho, costretto al ritiro prematuramente a causa di un infortunio, Pelè proviene da una famiglia povera, non avendo i soldi per compare un palone da piccolo racconta di aver giocato con mezzi di fortuna come un calzino o degli stracci riempiti con carta.

Ancora quindicenne, venne notato da ll'ex calciatore Waldemar de Brito che vide in lui una grande promessa calcistica e lo spinse a fare il provino per il Santos.

Col Santos debuttò il 7 settembre del 1956, in amichevole contro il Corinthians de Santo André per poi firmare alcuni mesi dopo il suo primo contratto professionistico ed essere convocato in Nazionale.

Nel 1958 è convocato al Campionati Mondiali di Svezia e gioca alla partita finale contro la Svezia, dove, grazie al suo stile calcistico inconfondibile, la "Ginga", riesce a conquistare il titolo mondiale, diventando il più giovane calciatore della storia del calcio ad aver vinto un titolo mondiale.

La partecipazione ai Mondiali del 1962 rese Pelé un dei calciatori più appetibili in assoluto per le società calcistiche europee ma il governo brasiliano lo dichiarò addirittura "Tesoro nazionale" per scongiurare qualsiasi tentativo di trasferimento.

Dopo aver militato nel Santos per ben 19 stagioni calcistiche Pelè si ritirò dal calcio per un anno per poi firmare, col favore del governo brasiliano, un contratto col New York Cosmos, dove restò fino al 1977 per poi ritirarsi definitivamente dal calcio nel 1977.

Terminata la carriera calcistica, Pelè non decise, come la gran parte dei big del calcio di fare l'allenatore ma si dedicò ad altre attività, pubblicò alcune autobiografie, recitò in diversi documentari e film e compose alcuni brani musicali.

Nel 1992 è stato nominato ambasciatore delle Nazioni Unite per l'ecologia e l'ambiente e nel giugno del 1994, Goodwill Ambassador dall'UNESCO.

E' stato testimonial di numerose campagne, per leducazione dei giovani contro l'uso di sostanze stupefacenti e per lotta contro le discriminazioni razziali e sessuali fuori e dentro il mondo sportivo.

Ha presieduto diverse cerimonie sportive quli la cerimonia di chiusura dei Giochi Olimpici di Londra nella parte dedicata alla presentazione dei Giochi Olimpici che si terranno a Rio de Janeiro nel 2016.

Il 27 luglio del 2011 l''Ufficio internazionale del capitale culturale lo ha nominato, in seguito ad un sondaggio che ha coinvolto le persone provenienti da 72 paesi diversi, "Patrimonio storico-sportivo dell'umanità".

Numerosi sono i film e documentari dedicati a Pelè, indimenticabile "Fuga per la vittoria" (1981) , "Pelé eterno" (2004, documentario) e da ultimo in uscita nelle sale cinematografiche italiane in questi giorni "Pelè" (2016).

Pelè è stato sposato tre volte ed è padre di 6 figli.

Ultimo aggiornamento 30 maggio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Pelé | Calciatore | Waldemar de Brito | Organizzazione delle nazioni unite per l'educazione, la scienza e la cultura | International Federation of Football History | Nazionale brasiliana di calcio | Ministero del Tesoro | Comitato Olimpico Internazionale (CIO) | Fifa | Statistics | Svezia | Brasile | Campionati | Santos |

Ultime notizie su Pelé

    Pelé: "Il mio erede è Mbappé"

    O'Rey incorona Kylian Mbappé. A volte ci sono elogi che valgono quanto se non più di un trofeo. Soprattutto se arrivano da una vera e propria leggenda del calcio mondiale come Edson Arantes do Nascimento, o più semplicemente Pelé. In un'intervista a France Football, O'Rey sembra non avere dubbi sul

    – a cura di Datasport

    Quando l'oro cola sui piatti: dai banchetti rinascimentali alla bistecca di Ribery

    Scandalo grande: un locale di Doha, gestito da Salt Bae, chef turco specializzato in carne, serve a Franck Ribery una bistecca ricoperta d'oro. Il calciatore del Bayer Monaco posta la foto e i social, guarda un po', s'indignano. Per fortuna che i social un tempo non c'erano, altrimenti ne avrebbero

    – di Alessandro Marzo Magno

    Festa del cinema di Roma: tutti i film della selezione ufficiale

    Ecco tutti i fim della selezione ufficiale della Festa del Cinema di Roma. Anche quest'anno il film più votato dagli spettatori conquisterà il "Premio del Pubblico Bnl", unico riconoscimento della manifestazione. Sarà il pubblico a decidere a quale opera attribuire il riconoscimento attraverso un

    Juventus, Pelé vicinissimo ai bianconeri nel 1961

    La Serie A 2018-19 vedrà debuttare, in Chievo-Juventus, il miglior giocatore del mondo: Cristiano Ronaldo. Nell'augurare un grande esordio all'ex Real Madrid, un'altra leggenda del calcio, uno dei più forti di tutti i tempi, rivela però anche il suo quasi trasferimento ai bianconeri: Pelé. A

    – a cura di Datasport

    Psg, Buffon: "Sono ancora al top, Mbappé può diventare come Pelé"

    E' già arrivato il suo primo titolo e, tra pochi giorni, Gianluigi Buffon esordirà con la maglia del Paris Saint-Germain contro il Caen in Ligue 1. Intanto, il portiere si racconta al magazine del Psg, intervistato dall'ex giocatore Jérome Alonso. Tanti gli argomenti: dai suoi primi passi al futuro

    – a cura di Datasport

    Festa Ferrari con Vettel: a Montreal vittoria storica e primato mondiale

    Una vittoria Ferrari, una «bottarella» in partenza giusto per non scontentare gli americani: ah no, questa volta sono i canadesi che, assiepati a pel di muretto, nel dna cercano sempre di vedere un po' di scontri per tenere alta l'attenzione sulla gara. Numero due Bottas, terzo Verstappen, «seconde

    – di Alex D'Agosta

    La transizione energetica e la fuga di Esso dall'Italia

    Dopo 127 anni di presenza, ormai della Esso in Italia rimane solamente un fantasma pallido. Restano una quota della raffineria novarese Sarpom a Trecate, il nome (ma solamente quello) sui distributori di benzina venduti a terzi, il cherosene negli aeroporti e qualche vendita nei lubrificanti.

    – di Jacopo Giliberto

    Mondiali, Pelè: "Neymar in Russia ci sarà"

    "Neymar ci sarà al Mondiale in Russia, e sarà in forma perché il suo infortunio non è poi così grave"  parole e musica di Pelè, che a pochi mesi dal Mondiale tira la volata al campione del PSG, che si appresta a tornare dopo l'operazione subita per ridurre una frattura al piede. "E' molto

    – a cura di Datasport

1-10 di 138 risultati