Ultime notizie:

PDS

    Auto elettriche/DS, l'elettrico sviluppato correndo in Formula E

    DS Automobiles, marchio di lusso del gruppo PSA, vira verso il futuro e abbraccia l'elettrico. A partire dal 2025 infatti, tutti le famiglie di nuovi modelli saranno proposti in versione anche elettrica. Base di partenza l'esperienza accumulata con la Formula E che ha saputo attirare tanta

    Suv compatti / DS3 Crossback

    DS 3 Crossback è il secondo modello della nuova generazione di SUV del brand francese. Icona dello stile High-Tech DS, l'auto dispone di tutte le caratteristiche per sedurre clienti esigenti alla ricerca di un'esperienza automobilistica unica e porta a bordo equipaggiamenti d'avanguardia proposti

    DS3 Crossback

    DS 3 Crossback è il secondo modello della nuova generazione di SUV del brand francese. Icona dello stile High-Tech DS, l'auto dispone di tutte le caratteristiche per sedurre clienti esigenti alla ricerca di un'esperienza automobilistica unica e porta a bordo equipaggiamenti d'avanguardia proposti

    DS3 Crossback: la prova su strada del crossover premium francese

    Un'auto compatta a ruote alte e con una qualità premium da far concorrenza ai più affermati modelli del segmento dei b-suv. Ds 3 Crossback si presenta con una marcata personalità e uno stile sofisticato. L'abbiamo provata nella versione top di gamma con PureTech da 155 cv

    – di Giulia Paganoni

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito, quanti voti ha preso e il futuro

    Matteo Renzi ha lasciato il Pd. Qualche settimana fa c'era stato l'addio di Carlo Calenda. quella dell'ex ministro dello Sviluppo economico è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato nel 2007 con l'obiettivo di unire l'anima post-comunista e quella cattolica della sinistra italiana, in dodici anni di storia è stato attraversato già da molte scissioni. Adesso è la volta dell'ex premier2 con motivazioni differenti. Qui l'articolo sul sole.com. Del resto a sinistra sono abituati. L...

    – Infodata

    Le scissioni della sinistra al microscopio: chi è uscito e quanti voti ha preso

    Matteo Renzi, come anticipato dal Sole 24 Ore del 14 settembre, ha deciso. «Se lo avessi fatto tra sei mesi tutti lo avrebbero letto come una minaccia al prosieguo della legislatura - spiega l'ex premier ed ex segretario del Pd -. Fatto ora che il governo sta partendo serve a fare chiarezza, in tutta sicurezza». Non è ancora una scissione ma poco ci manca. Qualche settimana fa c'era stato l'addio del ministro Calendo. quella di Calenda è la sesta scissione in dodici anni. Il Pd, partito nato n...

    – Luca Tremolada

    Renzi, lo zaino e la fine del Pd «all'americana»

    Con la decisione dell'ex premier muore l'idea veltroniana del bipartitismo come compimento del bipolarismo, il sogno di semplificare la politica italiana partendo dai partiti. Ma cambiando contenitore non si cambiano i contenuti

    – di Francesco Prisco

    Da Rutelli a Bersani, Pd consumato dalle scissioni

    Nato da una fusione (Margherita-Ds), in 12 anni di vita il partito ha subito molti addii. E nel 2017 Renzi scherzava: «Ulteriori scissioni non sono possibili perché abbiamo finito le sigle»

    – di Riccardo Ferrazza

1-10 di 310 risultati