Persone

Paul Volcker

Nato nel 1927 e laureato in economia all’Università di Princeton, Paul Volcker è stato, durante la sua lunga carriera di economista, sottosegretario del Ministero del Tesoro per gli affari monetari internazionali (dal 1969 al 1974) e presidente della Federal Reserve Bank di New York (dal 1975 al 1979). Proprio nel 1979 è stato nominato alla presidenza della Federal Reserve Bank, banca centrale americana, dall’allora presidente americano Jimmy Carter. Nel 1983 Paul Volcker viene riconfermato nello stesso ruolo dal nuovo presidente Ronald Reagan: grazie alla sua opera di economista è riuscito a ridurre l’inflazione dal 13,5 al 3,2%. Alla fine del suo mandato alla Federal Reserve ha ricoperto diversi incarichi istituzionali, anche presso le Nazioni Unite. Attualmente ha la carica di presidente del comitato consultivo Economic Recovery Advisory Board, organismo che è stato formato il 6 febbraio 2009 per il miglioramento della situazione economica sotto il governo dell’attuale presidente degli Stati Uniti Barack Obama.

Ultimo aggiornamento 24 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Paul Volcker | Federal reserve bank | Economista | Ronald Reagan | Barack Obama | Jimmy Carter | Onu | Ministero del Tesoro | Economic Recovery Advisory Board |

Ultime notizie su Paul Volcker

    Che cosa c'entra il coronavirus con l' inflazione e i rischi per i nostri soldi

    Quando ero piccolo, spesso mio nonno mi mandava a comprare le sigarette al bar. Mi chiedeva sempre le Philip Morris Multiflter Rosse. A quei tempi quel pacchetto di sigarette costava circa 500 delle vecchie lire, circa 26 centesimi di Euro. Si lamentava sempre che il prezzo delle sigarette era vergognoso. Negli Stati Uniti, oggi, lo stesso pacchetto costa circa 14 dollari. Il nonno li avrebbe denunciati tutti. Da sempre i miei genitori si lamentano di come sia diminuito il loro potere d'acquist...

    – Gianluca De Stefano

    La Fed ripensa i target per risvegliare l'inflazione

    In discussione una strategia inedita e flessibile che consenta di alzare gli obiettivi dal 2% anche oltre il 3% se in anni precedenti i prezzi hanno languito sotto le attese. All'ombra della lezione di Paul Volcker: le scelte indipendenti pagano.

    – di Marco Valsania

    I tassi zero resteranno, meglio adattarsi

    Oggi siamo di fronte a un momento altrettanto storico: il capitale non assicurerà più una rendita sicura perché anch'esso non è più un bene scarso. Tutto è iniziato il 15 agosto 1971, quando il presidente degli Stati Uniti Richard Nixon sospese il sistema di Bretton Woods. Negli anni 70 il Pil

    – di Bernardo Bertoldi

    Inflazione, perché la memoria dice al Sud di non imitare la Germania

    Il ricordo di un'inflazione elevata è ormai svanito anche nel Sud Europa, come da tempo a Berlino. Ma se spagnoli, italiani e greci iniziano a comportarsi come i tedeschi, sarà estremamente difficile per la Bce raggiungere i propri obiettivi

    – di Vito Lops

    Banche centrali, non solo Lagarde: è il momento dei giuristi

    Il primo è stato Haruhiko Kuroda, nel 2013. Poi è arrivato Jerome Powell nel 2018. Ora è Christine Lagarde a aggiungersi al numero dei grandi banchieri centrali con una formazione prevalentemente giuridica. Una scelta sorprendente, in un momento in cui il ciclo economico ha cambiato natura - come

    – di Riccardo Sorrentino

    Debito pubblico: come, quando e perché è esploso in Italia

    Se l'Italia si ritrova sempre nel mirino di mercati e agenzie di rating nonostante le dimensioni della sua economia e l'avanzo primario è per due motivi: una crescita stentata e un debito pubblico colossale, con la conseguente spesa per interessi. Ma come, quando e perché si è formato questo

    – di Enrico Marro

    Tassi Fed, il sorpasso (inutile) sull'inflazione

    Alla fine è successo: da ieri i tassi di interesse nominali della banca centrale americana (Fed) saranno superiori al tasso di inflazione: per la prima volta dopo dieci anni, i tassi di interesse reali torneranno a essere positivi, cioè normali. Peccato che la notizia sia totalmente irrilevante,

    – di Donato Masciandaro

    Vigilanza, Paesi in ordine sparso

    Mentre si avvicina il decimo anniversario dell'inizio della crisi finanziaria mondiale, una marea di revisioni retrospettive si sta abbattendo su di noi. Molte di loro proveranno a rispondere alla Grande domanda: il sistema finanziario è stato radicalmente riformato, così da impedire il ripetersi

    – di Howard Davies

1-10 di 243 risultati