Ultime notizie:

Paul Singer

    Breve storia della guerra Trump-Cnn

    Per il presidente americano Cnn è la madre di tutte le "fake news" e il tycoon si augura che il fondo di Paul Singer possa dare un contributo per addomesticare la rete nemica. ... Paul Singer, il fondatore di Elliott Management, lo scorso anno ha donato un milione di dollari a Future45, un gruppo di sostenitori di Trump prima delle elezioni di midterm. ... L'hedge fund di Singer investe in società sottovalutate e poi spinge sulla governance per farle ripartire e migliorare le...

    – dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam

    Elliott inietta 120 milioni in Credito Fondiario

    Elliott inietta altri 120 milioni di euro in Credito Fondiario. Il gruppo finanziario americano della famiglia Singer interviene con una robusta ricapitalizzazione sulla controllata italiana, che gestisce ben 45 miliardi di creditio problematici. L'operazione di aumento di capitale è avvenuta  a supporto dell'operazione con la quale il gruppo Banco Bpm ha ceduto, nel dicembre scorso,  a Credito Fondiario ed Elliott un portafoglio di non performing loan di valore compreso tra i 7 e i 7,8 miliard...

    – Carlo Festa

    Atlantia, Eni, UniCredit: dove i fondi sono maggioranza in assemblea

    Il bilancio della stagione assembleare. Per un terzo delle blue chip di Piazza Affari gli investitori istituzionali rappresentano la maggioranza assoluta alle assemblee dei soci. In Prysmian e nella banca di Mustier il mercato è giudice sulle operazioni straordinarie

    – di Antonella Olivieri

    Elliott rileva le librerie (in crisi) Barnes & Noble

    Il grande fondo attivista Elliott Management ha scovato un altro asset in crisi sul quale scommettere: le catene di librerie. Elliott ha conquistato la storica catena Barnes & Noble, una delle poche a fatica sopravvissute alla debacle del settore davanti all'avanzata dell'e-commerce di Amazon. Con

    – di Marco Valsania

    Tim, Vivendi tenta il dialogo con Cdp. Si guarda all'ex presidente Bassanini

    La rivincita su Elliott, alla prossima assemblea del 29 marzo di Telecom, si prospetta mission impossible per Vivendi, dopo la stroncatura corale di tre proxy advisor su tre. Iss, Frontis e Glass Lewis , con qualche sfumatura differente , hanno tutti suggerito ai fondi di votare contro la richiesta

    – di Antonella Olivieri

1-10 di 130 risultati