Ultime notizie:

Paul Celan

    Il libro inesauribile

    Ho concluso "La mia battaglia": sì, ho letto tutto il romanzo di Karl Ove Knausgård e ora sono convinto di essere stato in un posto splendido e spaventoso in cui non è mai stato nessun altro

    – di Guido De Franceschi

    Le farfalle di seta della nostalgia

    Scrivere di nostalgia su un inserto dell'innovazione, rimane un ossimoro non da poco anche in tempi di flat tax scaglionata. A scrivere di Nostalgia, anzi di Nostagia ferita   è però Eugenio Borgna, il quale a sua volta cita scrittori, (ma non solo, anche il Freud di Caducità) di prima grandezza da Dostojevski a Rilke, a Celan, a Bernanos che, con approcci e sfumature diverse, hanno vissuto, evocato e fatto rivivere in noi la malinconia. A partire da Leopardi, che nello Zibaldone scrive " Da fan...

    – Giuliano Castigliego

    Libri che ci danno forza

    Dalla biblioteca, dai libri che ci sono cari, diceva Petrarca nel De remediis utriusque fortunae, bisogna trarre i passi che ci possono servire ad affrontare la buona e la cattiva sorte. Quei libri, quei passi, ci daranno le armi che ci aiuteranno a combattere, oppure le fiale che contengono le

    – di Lina Bolzoni

    Piccola Gerusalemme con pagoda e moschea

    Passiamo in cresta e vorremmo arrivare a Fréjus da La Turbie, quello sprone ove Dante aveva ammirato il superbo «Trophée des Alpes».

    – di Carlo Ossola

    Marx cita Dante nella solenne Treviri, Roma del Nord

    L'appuntamento è a Coblenza: Harald Weinrich, il più raffinato e magnanimo dei comparatisti europei, vi arriva da Colonia; ci troviamo alla confluenza del Reno e della Mosella (il cuore d'Europa) e di lì risalgo con lui in battello attraverso i luoghi cantati da Ausonio, al declinare dell'impero

    – di Carlo Ossola

    Le Torri parlanti di Kiefer

    Risalgono al 2004 ma sono già entrate a far parte dell'immaginario della città di Milano, che le ha familiarmente ribattezzate «le Torri di Kiefer». Si tratta de I Sette Palazzi Celesti, l'installazione permanente realizzata da Anselm Kiefer in occasione dell'inaugurazione dell'HangarBicocca, come

    – di Gabi Scardi

    Universi e fantasmi

    Ai primi di dicembre del 1916, mentre Ungaretti è, soldato semplice, sul fronte del Carso, esce a Udine, in «80 esemplari numerati», Il Porto Sepolto, una plaquette che avrebbe cambiato la poesia del Novecento italiano, un sillabato acuto, irto, che toglie di scena le «manate di parole» dei

    – di Carlo Ossola

    Orchestratore delle lettere

    Jean Starobinski ama la tradizione, le lettere e la musica della nostra civiltà italiana: in questo monumentale teatro delle sue letture, dalle prime prove negli anni Quaranta del Novecento ad oggi - testi rari, spesso introvabili, raccolti con paziente cura da Martin Rueff e dalla sua équipe -

    – di Carlo Ossola

1-10 di 35 risultati