Ultime notizie:

Partecipazioni e azionariato

    Mediobanca, il patto regge: UniCredit allineato agli altri soci

    Il patto Mediobanca durerà almeno un altro anno: tutti i maggiori azionisti - UniCredit, Bolloré, Mediolanum, Benetton, Fininvest - sono orientati a non sfruttare la finestra di disdetta anticipata che si apre a fine mese. Oggi la questione potrebbe finere sul tavolo del cda di Piazza Gae Aulenti,

    – di Antonella Olivieri

    Siamo sicuri che sia tutta colpa dei Benetton?

    Forse il caso della tragedia di Genova può prestarsi ad alcune considerazioni, sicuramente meno rilevanti rispetto a quelle sulla (doverosa) ricerca delle responsabilità del crollo, ma riteniamo comunque utili a comprendere alcune dinamiche della "lettura" della realtà da parte di social e media che non cambiano mai, pur cambiando la realtà che ci circonda. A parte infatti la disamina delle effettive responsabilità fra il concessionari Autostrade per l'Italia (ASPI) ed il concedente ANAS (ossia...

    – Leonardo Dorini

    Il piano di Del Vecchio per Ieo e Monzino: aumento da 500 milioni

    Leonardo Del Vecchio, fondatore di Luxottica, sembra intenzionato a voler giocare un ruolo attivo nelle future scelte dell'Istituto europeo di oncologia, di cui detiene il 18,46% attraverso la sua fondazione. Secondo indiscrezioni nelle ultime settimane Del Vecchio insieme a Francesco Milleri, ceo

    – di Marigia Mangano

    Mediobanca, utili a 682 milioni Nagel: nessuna uscita dal patto

    Alberto Nagel archivia un altro trimestre a gonfie vele alla guida di Mediobanca e non prevede - a oggi - scossoni al patto di sindacato che contempla, a fine anno, una finestra di uscita anticipata, con disdette da inoltrare entro fine settembre. Il patto, che oggi vincola il 28,5% del capitale,

    – di Antonella Olivieri

    La Borsa punta sul riassetto di Retelit: Ipotesi F2i per creare polo italiano tlc

    Da inizio dicembre il titolo ha recuperato oltre il 30%, posizionandosi ai massimi dal 2007, a ridosso di quota 1,8 euro e con una capitalizzazione che sfiora ormai 300 milioni. A guardare l'andamento a Piazza Affari di Retelit (anche oggi in forte rialzo), la sensazione è che il mercato scommetta

    – di Cheo Condina

    Dai Pir solo 43 milioni sulle matricole Aim

    Circa un miliardo: con esattezza 929 milioni di euro. A tanto ammontano le risorse affluite nelle casse delle 17 società approdate all'Aim nel corso del 2017. Somme raccolte perlopiù con aumenti di capitale per finanziare i progetti di espansione aziendali. La quasi totalità delle risorse - ben 833

    – di Gianfranco Ursino

    Best Union, scontro fra i soci sul delisting

    Capitalizza 28 milioni di euro. Era una piccola impresa famigliare nata per arrotondare lo stipendio dei fondatori ai tempi dell'università. E in pochi anni si è affermata come uno dei principali operatori italiani nel settore della produzione e commercializzazione di sistemi di biglietteria

    – Marigia Mangano

    UniCredit al primo test dei fondi esteri

    A meno di due mesi dalla chiusura dell'aumento di capitale da 13 miliardi, oggi in assemblea si scoprirà che cos'è la nuova UniCredit. O meglio, si avrà qualche elemento in più per identificare il nuovo azionariato, a trazione estera, che ha consentito a Jean Pierre Mustier di portare a casa la più

    – Marco Ferrando

    Borsa, «scudo» anti-raider per i settori strategici

    E' una muraglia preventiva quella che il governo Gentiloni si appresta a costruire. Andrà a proteggere Piazza Affari dalle scorribande di raider e rendere più difficile (ma non impossibile perché in ogni caso non si può vietare il libero mercato) la vita di scalatori stranieri o possibili

    – Simone Filippetti

1-10 di 96 risultati