Parole chiave

Window dressing

Ossia abbellimento di portafoglio. Operazione effettuata prima della chiusura dell'esercizio allo scopo di migliorare artificialmente le posizioni di bilancio. Sono soprattutto i gestori dei fondi che cercano di ritoccare in modo mirato le quotazioni dei titoli azionari (o obbligazionari o di altre attività finanziarie) per presentare una migliore performance del fondo. Le banche cercano di migliorare la situazione reddituale anche ricorrendo a prestiti interbancari alla data di chiusura, in modo da presentare in bilancio una buona disponibilità di risorse liquide.

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Risorse liquide |

Ultime notizie su Window dressing

    La liquidità fatale alle banche, altro spartiacque fra Europa e Usa

    Il 9 settembre 2008, 6 giorni prima di fallire, Lehman Brothers Inc. aveva in cassa circa 42 miliardi di dollari. Aveva lo stesso livello di liquidità dichiarato alla fine del secondo trimestre e quasi 10 miliardi in più rispetto a quanto registrato alla fine dell'anno precedente. Sono bastati 6 giorni e la diffusione dei risultati attesi per il terzo trimestre (per la seconda volta in perdita dopo quella del secondo trimestre) per mandarla in bancarotta. Si usa spesso dire che "liquidity kills...

    – Francesco Lenzi

    La crisi dei repo Usa e le tensioni sui tassi di fine trimestre

    Tensioni a fine trimestre? La ricostruzione della crisi dei repo (repurchase agreements) americani del Sole 24 Ore si basa - tra l'altro - sull'idea che a fine trimestre il window dressing delle banche europee, e francesi in particolare, riduca l'offerta di questi prestiti interbancari, con il rischio di tensioni sui tassi di interesse. Che fiducia si può avere sull'esistenza di queste tensioni? Un semplice grafico, che mostri i tassi di interesse sui repo più sicuri, quelli "sostenuti" da tit...

    – Riccardo Sorrentino

1-10 di 33 risultati