Parole chiave

WEF

WORLD ECONOMIC FORUM

A gennaio ogni anno si riuniscono nella località alpina svizzera di Davos circa 3mila rappresentanti di primo piano del mondo della politica e dell’economia, tra cui numerosi capi di Stato e di governo e Ceo di grandi multinazionali. L’evento si tiene dal 1971 ed è organizzato dall’omonima fondazione senza fini di lucro promossa a Ginevra dall’economista e accademico Klaus Schwab. È criticato dai «no global» come un summit delle «élite globaliste».

Ultimo aggiornamento 19 gennaio 2019

Ultime notizie su WEF

    Il Recovery Fund al ballo del cane che si morde la coda

    Da mesi il mondo è alle prese con i problemi sanitari causati dal Covid-19 e con i guai economici conseguenza delle misure adottate per contenere la diffusione del virus. Sembra il ballo del cane che si morde la coda. Mentre i paesi occidentali si cimentano in piroette e plié per contemperare le fondamentali esigenze in conflitto con metodi democratici, i paesi dove le più basiche libertà individuali non sono riconosciute possono permettersi di ballare una haka maori. Insomma, con modalità diver...

    – Accademia Politica

    Anche la governance dei dati tra gli indicatori dell'azienda responsabile

    Post di Claudia Morelli, giornalista specializzata in innovazione e trasformazione digitale (per il settore economico-legale ma non solo) e socia fondatrice di Eutopian - La capacità di governo della innovazione in azienda, a partire dalla cyber security, così come l'entità delle sanzioni per reati societari pagate a titolo di responsabilità oggettiva o le condanne per sexual harassment; il livello dei compensi ai CEO in rapporto al livello medio degli stipendi aziendali, i gender e pay gaps, e...

    – Econopoly

    Un'occasione per cambiare paradigma

    Mettendo in evidenza i disastri dei nostri sistemi economici, la pandemia rappresenta l'opportunità per creare un cambiamento. Il fallimento della gestione economica del mondo occidentale ha portato ad una feroce globalizzazione guidata dal profitto a brevissimo termine, dallo sfruttamento delle

    – di Carlo Resta

    A Davos il Wef punta sulla Grande Ripartenza

    L'incontro annuale di Davos 2021 punta tutto su "The Great Reset", la grande ripartenza in chiave ambientale e con l'apporto dei giovani tipo Greta Thunberg, l'attivista svedese schierata da tempo contro gli effetti disastrosi del cambiamento climatico. Il 51esimo Meeting Annuale del World Economic Forum riunirà i leader politici, i ceo delle imprese, i leader della società civile e gli stakeholder di tutto il mondo in una configurazione che include dialoghi sia di persona che virtuali con "The...

    – Vittorio Da Rold

    Città intelligenti e respirabili

    I settori della produzione, del trasporto, del consumo, del riscaldamento vanno ripensati in ottica di transizione verso un nuovo tipo di città. Contemplando insieme le opportunità digitali e le esigenze ambientali

    – di Luca De Biase

    Turismo, come cambiare strumenti e strategie per diventare moderni

    Pubblichiamo un post di Raffaello Zanini, fondatore del portale Planethotel.net. Laureato in urbanistica, assiste gli investitori del settore turistico alberghiero con studi di fattibilità, consulenza ai progettisti, selezione di opportunità. Il Coronavirus sta devastando il turismo mondiale. Secondo STR nella settimana che terminava col 28 marzo, ad esempio, negli USA il parametro fondamentale per il settore che misura la redditività di ciascuna camera disponibile, è crollato dell'80,3%, con u...

    – Econopoly

    Industry 4.0 - A Perfect Storm Towards Supply Chains 4.0

    "Don't wait until a major supply chain disruption forces you to develop a Business Continuity Plan," John Yuva, the editor of the Supply Chain Management Exec magazine wrote a year ago. "Risk permeates throughout the supply chain", he wrote: insolvencies, counterfeiting, cybersecurity. It is unlikely that even companies that had a BCP for their supply chain included such an extreme high-impact-low-probability event like the Covid-19 pandemic, but, nonetheless, already before the pandemic, supply...

    – Guiomar Parada

    Ey, con Brexit sale il peso dell'Italia nella Ue

    L'Italia potrebbe rafforzarsi nello scacchiere europeo con l'uscita del Regno Unito dall'Unione. E' lo scenario delineato da Carmine Di Sibio, Ceo Global del big della consulenza EY, che evidenzia tuttavia gli elementi che frenano lo slancio del Paese a cominciare dall'esigenza di riforme strutturali e dal problema demografico

    – di Giuliana Licini

1-10 di 377 risultati