Parole chiave

Visegrad

È l’alleanza di quattro Paesi dell’Europa dell’Est: Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia e Ungheria. Costituito dopo un vertice dei capi di Stato e di governo dei tre paesi (allora la Cecoslovacchia non si era ancora divisa in due stati) nella città ungherese di Visegrád nel 1991. Con l’obiettivo di rafforzare la cooperazione promuovendo l'integrazione unitaria del gruppo nell'Unione europea. Tutti i membri del Gruppo sono entrati nell'Unione europea nel maggio 2004, e l'unico paese ad aver adottato l'euro è la Slovacchia dal 2009

Ultimo aggiornamento 12 maggio 2018

Ultime notizie su Visegrad

    Come potrebbero essere riviste le regole europee del debito

    E' stato il commissario europeo agli Affari economici, Paolo Gentiloni l'ultimo a parlare (al Forum Ambrosetti di Cernobbio) di «aggiornamento necessario», con riferimento all'istruttoria in corso per la revisione delle regole del Patto di stabilità, sospese fino alla fine del 2022

    – di Dino Pesole

    Cena Draghi-Macron. Dall'Afghanistan alla difesa Ue asse strategico Roma-Parigi

    E' sempre di più l'asse italo-francese a doversi assumere la maggiore responsabilità nell'attuazione delle riforme essenziali per il futuro dell'Unione europea. Questa sera a Marsiglia Mario Draghi ed Emmanuel Macron, in una cena di lavoro concordata il giorno di Ferragosto cercheranno di mettere in fila tutti i dossier sui quali una più stretta cooperazione è essenziale per ridare un ruolo attivo all'Ue

    – di Gerardo Pelosi

    La libertà e lo sviluppo dell'Europa centrale

    Per il presidente della Polonia, la regione «può servire da ispirazione per gli effetti positivi che portano con sé cooperazione e creazione di iniziative e imprese comuni»

    – di Andrzej Duda

    La cautela Ue sui paesi con debito eccessivo

    Bruxelles nei giorni scorsi ha dato il disco verde al massiccio uso del denaro pubblico per sostenere l'economia dell'Italia sotto stress per il Covid 19, ma vorrebbe che le misure approvate fossero "temporanee". Altrimenti il debito rischia di andare fuori controllo. Bruxelles infatti prevede che l'indebitamento italiano aumenti dal 134,7% nel 2019 al 159,6% del Pil nel 2020. Si tratta di un incremento del debito pubblico di quasi 25 punti percentuali in un anno. Quindi sì a continuare c...

    – Vittorio Da Rold

    Recovery, dal sussidio al lavoro ecco come impiegare gli aiuti

    La prima ondata Covid in Italia (marzo/maggio) ha dato risultati positivi come disciplina preventiva; meno come gestione degli aiuti. Questi ultimi, distribuiti a pioggia (quelli più visibili, tipo monopattini e biciclette, sono stati alla "Maria Antonietta") sono andati sul bilancio dello Stato,

    – di Vito Gamberale

1-10 di 292 risultati