Parole chiave

Ventotene

Alla base del “Manifesto per l’Europa” scritto a Ventotene da Altiero Spinelli, Eugenio Colorni ed Ernesto Rossi tra il 1941 e il 1944 era prima di tutto l’idea di abbattere gli Stati nazionali. Vittime del regime fascista, durante gli anni di soggiorno forzato sull’isola pontina cercarono di studiare le cause della Seconda guerra mondiale arrivando alla convinzione, come scrive Colorni nella prefazione, che «la contraddizione essenziale, responsabile delle crisi, delle guerre, delle miserie e degli sfruttamenti che travagliano la nostra società, è l’esistenza di Stati sovrani».

Ultimo aggiornamento 23 agosto 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Stati sovrani | Eugenio Colorni | Ventotene | Ernesto Rossi | Altiero Spinelli |

Ultime notizie su Ventotene

    Sindaci in rivolta: la responsabilità penale pesa troppo

    Dopo la condanna di Chiara Appendino per i fatti del 2017 di piazza San Carlo a Torino si è riaperto il dibattito sul ruolo dei primi cittadini nella prevenzione delle tragedie. Dall'Anci un appello al Parlamento

    – di Valentina Maglione

    Il ritorno di Azione

    La lunga strada e il riapparire sulla scena politico-culturale del termine Azione e con esso del suo derivato azionista

    – di Aldo Berlinguer

    La notte del lavoro narrato 2021

    30 APRILE 2021 - OTTAVA EDIZIONE COPERTINA INDICE POST | PARTECIPANTI | GRUPPI | FORMAT | PERCHE' | CREDITS POST Torna all'indice 3 Maggio 2021 NUTTATA 'E SENTIMENTO Caro Diario, se ti fai un giro su lanottedellavoronarrato.org trovi i video con una parte delle cose che sono accadute durante la nostra fantastica notte. Il blog è in continuo aggiornamento, perciò ti consiglio ogni tanto di ritornarci, ma comunque già a vederlo così e poi a farti un giro sulla pagina con i link ai gruppi s...

    – Vincenzo Moretti

    Per quest'anno non cambiare

    Complici i 7.500 chilometri di coste, il nostro cinema - da Rossellini a Paolo Virzì, passando per Dino Risi, i Vanzina e persino i cosiddetti "musicarelli" - ha quasi sempre affidato il racconto delle vacanze alla vita di mare, arricchendolo a piacere di incomunicabilità, screzi sociali ed edonismo. Anche grazie a queste pellicole, generazioni di stranieri si sono innamorate del nostro Paese, eleggendolo a meta del cuore. Quest'anno tocca a noi (ri)scoprirlo

    – di Mattia Carzaniga

    I compromessi al ribasso frenano l'Unione

    Non è certo una novità che ogni volta, quando si tratta di stabilire il budget dell'Unione europea, avvenga un duro braccio di ferro tra i suoi partner. E' quanto si è ripetuto nei giorni scorsi, a maggior ragione, perché occorreva coprire anche il grosso buco nel bilancio comunitario 2021-2027 (per

    – di Valerio Castronovo

    11 ore di treno per fare 350 km, ma il Sud è stato depredato o no?

    Il 21 gennaio 1962, in seguito all'approvazione della Legge Zaccagnini circa il piano di costruzioni stradali e autostradali, ebbero inizio i lavori della biblica e, forse, segnatamente prediluviana Salerno-Reggio Calabria. Furono accesi mutui per 180 miliardi di lire. La data non ci tragga in inganno, giacché il piano regolatore delle autostrade, tra le quali era compresa anche la SA-RC, era già stato concepito nel 1934! Dunque: idealmente, ci sono voluti 82 anni per il suo completamento; mater...

    – Francesco Mercadante

    Dopo Macron l'Italia prova a rientrare nel direttorio Ue

    Dopo la visita del presidente francese Emmanuel Macron a Roma e a poche ore dall'arrivo nella capitale del presidente tedesco Frank-Walter Steinmeier il nostro Paese prova a risalire la china e riprendersi un posto di rilievo nella governance dell'Unione europea

    – di Gerardo Pelosi

1-10 di 207 risultati