Parole chiave

Valute virtuali

Secondo la definizione dell’European banking authority, Eba opinion on “virtual currencies” – luglio 2014, le valute virtuali sono rappresentazioni digitali di valore, non emesse da una banca centrale o da una autorità pubblica, né necessariamente collegate a una valuta avente corso legale. Esse sono utilizzate come mezzo di pagamento per la compravendita di beni o servizi e possono essere trasferite, “immagazzinate” e negoziate elettronicamente; nella pratica, vengono detenute e scambiate anche a scopo di investimento.

Ovviamente la diffusione della singola valuta come mezzo di pagamento dipende dalla numerosità dei soggetti che la riconoscono come tale, non avendo corso legale. Sono di norma convertibili in valute ufficiali tramite piattaforme elettroniche che operano come dei “mercati” e i tassi di cambio sono di norma resi noti attraverso information providers.

Le valute virtuali possono essere detenute in portafogli virtuali (wallet) sia online – mediante wallet providers o custodian – (hot storage) sia offline – su dispositivi fissi o mobili – (cold storage).

Le valute virtuali non sono moneta legale e non sono moneta elettronica poiché non rappresentano in forma digitale le comuni valute a corso legale.

Ultimo aggiornamento 07 settembre 2016

ARGOMENTI CORRELATI: Valuta | Mezzo di pagamento |

Ultime notizie su Valute virtuali

    Bitcoin e criptovalute il parere dell'Agenzia delle entrate

    Gli obblighi dichiarativi relativi alle criptovalute sono stati oggetto di una risposta ad interpello da parte dell'agenzia delle entrate il 24 novembre  2021. L'agenzia ha chiarito che le criptovalute, in presenza di particolari condizioni, debbano essere dichiarate nel rigo RW della dichiarazione annuale dei redditi ( quelli essenziale relativi alle consistenze estere assoggettate ad obbligo di monitoraggio) anche se non scontano il pagamento dell'imposta sui redditi finanziari esteri ( cd IVA...

    – Fulvio Sarzana

    Criptovalute e Fisco: l'insostenibile leggerezza delle valute estere

    L'autore del post è Stefano Capaccioli, dottore commercialista, fondatore di Coinlex, società di consulenza e network di professionisti sulle criptovalute e soluzioni blockchain, presidente di Assob.it, autore di "Criptoattività, criptovalute e bitcoin" Le criptovalute sono valute estere: lo ha detto l'Agenzia delle Entrate. E' scritto nella Risoluzione 72/E del 2016, sbandierata da molti, forse troppi, come Oracolo di Delfi, quale Verità autoevidente, assurta a dogma. E' così perché è così. T...

    – Econopoly

    Fisco, bene la lotta al contante ma che dire delle criptovalute?

    Post di Gianluigi De Marchi, consulente finanziario, giornalista e scrittore -  Da anni i governi lottano contro l'evasione fiscale, concentrando la loro attenzione ed i loro sforzi contro l'utilizzo del contante, considerato "sterco del demonio" ed origine di tutte le nefandezze criminali. Comportamento a dir poco incoerente, perché i contanti sono emessi dalle autorità monetarie pubbliche; ma la coerenza non appartiene al mondo politico, se ricordiamo ad esempio che lo Stato mantiene il mono...

    – Econopoly

    Nell'Italia dei mille enti la governance del Pnrr non fa ben sperare

    L'autore del post è Stefano Capaccioli, dottore commercialista, fondatore di Coinlex, società di consulenza e network di professionisti sulle criptovalute e soluzioni blockchain, presidente di Assob.it, autore di "Criptoattività, criptovalute e bitcoin" -  Il concetto di Recovery fund sta entusiasmando: recupereremo e #andràtuttobene! Soldi a pioggia e tutto funzionerà. Le riforme della Giustizia, del Fisco e della Pubblica Amministrazione vedranno finalmente la luce e sarà tre volte Natale e...

    – Econopoly

1-10 di 100 risultati