Parole chiave

Uso promiscuo

L'uso promiscuo contraddistingue gli immobili che sono impiegati in parte per le attività commerciali e in parte per quelle «istituzionali». Dal 2013, l'Imu a carico degli enti che rispondono ai requisiti per essere considerati non profit è proporzionale alla quota di immobile utilizzata per le attività svolte con modalità commerciali: per calcolare la quota di imposta dovuta, il primo principio guida è rappresentato dalla superficie destinata alle attività commerciali o, in caso di uso indistinto, dal numero dei soggetti nei confronti dei quali vengono svolte le attività con modalità commerciali e dal tempo per il quale i locali sono utilizzati a questo scopo

Ultimo aggiornamento 26 febbraio 2016